paura  
 
Utente 313XXX
Gentili Dottori,a causa di una periconorarite al dente del giudizio che ha causato il trisma del massetere ,ho assunto vari farmaci per lenire il dolore..Il dolore si é presentato mercoledì e da allora ho assunto prima aspirina,ma era inefficace,quindi a partite da giovedì ho assunto ibuprofene a 600 mg.Da sabato il dolore aumenta ancora e sospendo i fans per passare a paracetamolo 500 +30 di codeina con 1 gr di amoxicillina ogni 8 ore come consigliato dal mio dentista.Il paracetamolo e la codeina funzionano ma dopo 4 ore o 5 il dolore tornava e dovevo prendere una nuova dose.da sabato fino a lunedì alle ore 3:00 Am a cui corrisponde l ultima dose Di Paracetamolo +Codeina ho assunto 2.5 g di paracetamolo (ultima dose era solo paracetamolo)in totale.Sono cosciente che un avvelenamento da paracetamolo richieda dosi superiori a 250mg/kg o altro.Ma la mia paura é che avendo una steatosi non alcolica con transaminasi un poco alzate(10 unità in più rispetto il valore di laboratorio e solo riguardo le alt)e avendo preso altri farmaci prima di iniziare con il paracetamolo poi sospesi aspettando finisca la loro emivita tipo fans ,10 gocce di diazepam come muscolo rilassante e fexofenadina per allergia,posso aver finito le riserve di Glutathione per detossificare i metaboliti di scarto del paracetamolo e quindi ho in corso un avvelenamento da paracetamolo che mi sarà fatale.Non so se sia l antibiotico ,la paura o l avvelenamento ma ho un po' di nausea/bruciore gastrico ,non ho vomitato,sono cosciente , le urine sono di colore standard giallo paglierino ,un fastidio(non dolore) al quadrante superiore destro dell' addome(blumberg assente) e nessun segno di ittero.ho sempre preso 1 compressa alla volta da 500 di paracetamolo +30 di codeina(mai1 +60) aspettando 4 ore ,ma ho paura che una dose l ho presa dopo 3 ore e mezza dall' ultima,ma ricordo che per compensare ,la dose dopo ancora l ho presa dopo 12 ore.Sono uno studente di medicina al 5 anno e quindi ho una strizza di morire per necrosi epatica o encefalopatia epatica che non immaginate.Domani andrò a fare le analisi di alt e ast,bilirubina ,tempo di protrombina e pH ematico per vedere come sto andando e nel caso ricoverarmi per usare cisteina i.v.Scrivo qui per chiedervi se sta un rischio concreto o é solo la mia mente(il dolore é quasi scomparso grazie all antibiotico,attualmente sono senza fans oppiacei e paracetamolo).Ho paura di morire ,ricordo che il professore ci disse che la cisteina doveva essere iniziata massimo 16 ore dall' avvelenamento,assunta dopo molte volte l esito era nefasto.Gentili Dottori riuscirò ad arrivare a venerdì?Non credo che nel mio ospedale facciano l esame plasmatico di paracetamolo ,quindi non posso usare il nomogramma per capire se ho un avvelenamento. Mi scuso per eventuali errori di ortografia ma sono le 4 di notte e non riesco a chiudere occhio.grazie
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile utente
si può sintetizzare la risposta come "paura tipica degli studenti di medicina"; con dosaggi di paracetamolo inferiori ai 3 g (in Italia, mentre nel resto dell'Europa sono 4 G) nessun problema specifico