Utente 928XXX
Gentile Dottore, ho 29 anni e sono abbastanza preoccupato...circa sei mesi fa, precisamente a luglio, ho notato una pellicola biancastra che ricopriva il glande in maniera non uniforme e che tendeva a spellarsi; in assenza di bruciore, prurito e particolari secrezioni il medico di base mi ha prescritto Diflucan fluconazolo 150 mg ( 2 capsule, una da prendere subito e l'altra dopo 10 giorni + un detergente intimo lenitivo, Aveeno) dopo tre giorni dalla prima capsula la pellicola è scomparsa, così ho terminato la terapia, ma al posto della pellicola sono apparsi dei piccoli puntini rossi esclusivamente sulla zona del glande. Successivamente il mio dermatolo e specialista in malattie veneree mi ha detto, ad una prima visita, che non si trattava di un fungo, ma probabilmente di una leggera balanopostite irritativa. A seguito di un tampone uretrale con antibiogramma è risultata "un'infezione" (il termine probabilmente non è esatto) da stafilococco aureo, la terapia assegnatami è dunque stata: antibiotico Augmentin per 15 giorni due volte al giorno una pillola ogni 12 ore, e Gentalin antibiotico 2/3 volte al dì. Dopo la cura il problema sembrava essere sparito, anche se io un paio di puntini li vedevo ancora, comunque a detta del Dottore era tutto normale e mi ha così prescritto TRIDERM lenil+ trattamento topico per dermatiti ed eczemi, ho applicato questa crema per 15 giorni e non ho avuto più problemi. Premetto che non ho mai avuto rapporti sessuali completi non protetti, solo 15 giorni fa in seguito ad un rapporto orale non protetto, sono riapparse le stesse macchioline rosse presenti nel mese di luglio, il glande non è gonfio, non ci sono secrezioni, anzi la pelle è abbastanza asciutta, e non ho prurito, sono presenti solo queste macchioline rosse a volte più "accese" a volte meno. Il medico di base mi sta facendo riapplicare il Gentalin antibiotico, ma non trovo miglioramenti...ora, so che questa non è la sede adatta per una diagnosi, però le chiedo, potrebbe trattarsi di qualcosa di grave? Ho motivo di preoccuparmi molto? Potrebbe trattarsi di candida? In attesa di tornare dallo specialista gradirei un suo consiglio...la ringrazio anticipatamente per l'attenzione che mi dedicherà!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Direi che è il caso di determinarsi con lo specialista venereologo (esperto di cute e mucose genitali) per comprendere la natura esatta di questa situazione (non per forza correlata con una MST od un'altra infezione)

cari saluti