hiv  
 
Utente 414XXX
Salve vi scrivo perché 33 giorni fa ho praticato un rapporto sessuale orale che è finito con eiaculazione in bocca ed io ho sputato subito lo sperma. Però poco dopo ho praticato nuovamente un rapporto orale allo stesso ragazzo ( di cui non conosco lo stato sierologico ) ma senza eiaculazione in bocca. In questo periodo sono abbastanza in paranoia perché una settimana dopo il rapporto ho avuto un mal di gola e spossatezza. Due settimane dopo ho avuto un mal di testa che è durato quasi una settimana e dal 5 settembre ho quello che sembra un ascesso dentale. Vorrei sapere da voi dottori se il rischio è concreto considerando anche che durante il rapporto avevo dei tagli in bocca che si stavano rimarginando e che ci sono stati dei baci con la lingua. Spero di ricevere delle risposte al più presto
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
il rischio di contrarre MST non è concreto è una certezza se l'altro partner ne abbia qualcuna.
L'eiaculazione in bocca è ad elevatissimo rischio.
Le consiglio di rivolgersi ad un centro per MST della sua Città dove potrà essere seguito nel rispetto della sua privacy e indirizzato allo screening delle MST con test effettuati ai tempi stabiliti.
In alternativa si rivolga ad un infettivologo di sua fiducia.
Saluti cari.
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 414XXX

Iscritto dal 2016
Dottore la ringrazio per la risposta. Vorrei sapere se i sintomi che ho scritto sono riconducibili all'hiv e vorrei anche sapere se con la sua affermazione intendeva che anche senza ingoio dello sperma è sicura prendersi qualche mst. Mi sono dimenticato di scrivere che ho il linfonodo destro del collo che è un po' gonfio dalla parte in cui è fuoriuscito l'ascesso. Grazie ancora per la risposta
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
ingoiare lo sperma o sputarlo non ha influenza sul rischio MST.
Il linfonodo gonfio non la deve preoccupare essendo reattivo all'ascesso.
Nulla è sicuro in medicina ma il rischio a cui lei volontariamente si è esposto è molto alto.
E' inutile menare il can per l'aia.
Nella replica #1 le ho indicato due soluzioni: sta a lei decidere se seguirle o no.
Il resto è solo ansia reattiva.
Saluti cari,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 414XXX

Iscritto dal 2016
Va bene dottore. La ringrazio ancora per la risposta