Utente 793XXX
Gentili dottori
quali sono i centri più indicati in italia per una scleroembolizzazione al fine di ridurre un varicocele sx? e quali gli specialisti più indicati? grazie a tutti. saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Prima di ogni altra cosa e' necessario porre diagnosi certa di varicocele sinistro, quindi valutare benefici, rischi e possibili complicanze della scleroembolizzazione, ed eventualmente anche di altre tecniche.
Tutto cio' e' possibile soltanto richiedendo al suo Medico di Famiglia di inviarla ad effettuare una visita Specialistica Chirurgica con gli accertamenti che fossero ritenuti necessari.
Dopodiche', se viene posta l'indicazione a questo tipo di metodica, puo' anche provare ad effettuare una ricerca sul sito Medicitalia, individuando uno Specialista in Radiologia Interventistica nella sua citta'/regione.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 793XXX

Iscritto dal 2008
Che altre tecniche ci sono? per la scleroembolizzazione il più indicato è uno Specialista in Radiologia Interventistica o uno specialista in chirurgia vascolare? comunque ho già fatto l' eco color doppler (mi pare si chiami così)è sicuro varicocele... la ringrazio della sua disponibilità. Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La tecnica, diciamo cosi', piu' tradizionale prevede sezione e legatura della vena spermatica di sinistra tramite una incisione effettuata poco piu' su dell'inguine. Io personalmente utilizzo questa metodica, e gran parte dei Colleghi fanno lo stesso.
Ci sono poi le tecniche laparoscopiche, che pero' non trovano d'accordo tutti i Chirurghi su indicazioni e vantaggi. Per la scleroembolizzazione invece deve chiedere ad un centro dove si occupano di radiologia interventisica.
L'ecodoppler e' di sicuro un accertamento che andava fatto per porre diagnosi. Ma l'indicazione all'intervento, con qualsiasi tecnica, passa anche per una valutazione della funzionalita' che si effettua mediante uno spermiogramma.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
la terapia chirurgica del varicocele riconosce svariate metodiche il cui intento è quello di interrompere a diversi livelli il reflusso venoso patologico nei plessi spermatici. La scelta della metodica più opportuna discende dal riconoscimento del tipo di reflusso e dalle preferenze e convinzioni del Chirurgo che esegue l'intervento.
La scleroembolizzazione del varicocele è metodica ormai appannaggio della branca della Medicina denominata Radiologia Interventistica ed è opportuno che Lei posti questo quesito nella apposita sezione di questo sito.
Nella sezione MinForma troverà un articolo del Collega Prudenzano (Angioradiologo) su questo argomento:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35752
Troverà inoltre un elenco di angioradiologi che forniscono consulti su MedicItalia consultando:
http://www.medicitalia.it/02it/specialita.asp?idspec=55&spec=Radiologia%20interventistica
[#5] dopo  
Dr. Raffaele Prudenzano
44% attività
4% attualità
20% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi accorgo solo ora di questo post e non finirò mai di "scusarmi" con l'Utente e con i miei Colleghi e amici per la mia "assenza".

Non mi stancherò mai di sottolienare 2 aspetti :

Lo spermiogramma (con spermiocultura) andrà eseguito in un Centro altamente specializzato (criteri OMS).
Anch' l'ecocolordoppler "come sopra" (che ha già eseguito)è un esame importantissimo!!(solo da operatori esperti)

Ambedue questi esami (oltre che quelli oromonali) "guideranno" l'orientamento terapeutico dell'Andologo!!

Sottolineo l'andrologo (Uro-andrologo) perchè è la figura specialistica preposta a proporre l'intervento o meno.

Poi una volta stabilito che è proprio il varcocele la causa principale della sterilità si può parlare di vari tipi di correzioni da quelle tradizionali (" dette open") a quelle non chirurgiche .

Per le terapie "non chirurgiche mini-invasive" del varicocele visiti una nostra pubblicazione come le è stato già indicato dai miei colleghi.

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35752

La procedura (almeno da noi a Lecce) è ovviamente totalmente a carico del SSN con ricovero DS (di poche ore) presso la UO di Urologia.
Riguardo a questa procedura così "tecnologicamente avanzata" devo però sottolinere due aspetti
1) il medico esecutore è il radiologo interventista.
2) 7-12 % di insuccesso tecnico percui in questi casi purtroppo bisogna ricorrere alle tecniche classiche.

A Lecce radiologi e urologi sono praticamente una unica "equipe" e, in questi casi (circa il 10% appunto), diciamo "sfortunati", i miei colleghi urologi sono "costretti" a ricorrere all'intervento "classico" in anestesia gen. o spinale in sala operatoria.

Per avere una mappa di altri centri italiani dove si esegue questa procedura clicca qui (Puglia)
http://www.radiointerventistica.org/regioni/puglia.htm

o qui (Italia)
http://www.radiointerventistica.org/regioni/trovaradiologo.htm


Ci tenga informati.