ansia  
 
Utente 453XXX
Buongiorno,
ho 37 anni e soffro di crisi di ansia che spesso mi porta ad un senso di sconfitta ed inadeguatezza nei confronti della vita quotidiana.
Vorrei iniziare un percorso psicoterapico, la mia domanda è: è meglio la psicoanalisi o la terapia cognitivo comportamentale? Doamnda generica, ma io parlo di risultati,cioè, di superare l'ansia non tanto di conoscere le ragioni ma di superarla.
2 domanda: Influisce l'età e l'esperienza dello psicoterapeuta? Ad esempio lo uno psicoterapeuta di 38-39 anni di tipo cognitivo comportamentale secondo voi (competenze ci sono da curriculum) avrebbe l'esperienza necessaria per trattarmi?
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente

Intercettare le cause di un disturbo d ' ansia non sempre ci garantisce la risoluzione del problema.
Bisogna anche dire che in prima battuta occorrerà la diagnosi.
I percorsi tcc di solito hanno un numero limitato di sedute per problematiche del genere.
Età del terapeuta: un terapeuta giovane di solito è fresco di formazione e ha molto entusiasmo . Tenga presente che i disturbi d ' ansia sono semplici da trattare.

Cordiali saluti,