Utente 137XXX
Buongiorno,

dal 30 ottobre ho un problema che a giorni sembrava risolversi, ma poi si ripresentava. Una settimana fa ne ho parlato al medico di famiglia che ha imputato, attenendosi alla mia descrizione, alle emorroidi. Mi ha prescritto un integratore di flavonoidi(simile al daflon; ne prendo 6 compresse al dì). Mi scordo di usare la preparazione H o la pomata AVENOC, come mi aveva detto.
Dopo l'evacuazione ogni tanto sto trovando la carta igienica con delle puntine(nulla di esagerato) di sangue rosso vivo e la zona quando faccio il bidet brucia da far paura.


Oggi ho avuto, dopo un iniziale miglioramento, una grande ricaduta e ho avuto un fastidio fortissimo(per prurito e bruciore). Durato quasi 1 ora, dopo l'evacuazione. Usato preparazione H e 2 compresse di daflon e si è calmato, almeno in apparenza.


Ci sono altri accorgimenti che potrei adottare?Forse oggi ho esagerato con l'alimentazione(dolciumi, cioccolatini), ma è così immediata la risposta dolorosa?


Ci sono cibi che dovrei mangiare o accorgimenti sulle calorie?Devo introdurne meno?
Lo sport è controindicato in questa fase?


Eseguo circa 3 allenamenti di forza in palestra(distensioni su panca piana, squat(accosciata) con bilanciere,trazioni alla sbarra, addominali e qualche complementare) e 1 sessione a parte di cardiofitness(15/20 minuti di circuiti intervallati da tempi di riposo e tempi di sforzo a corpo libero a massima intensità).


Grazie anticipatamente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Certamente lo sforzo fisico che comporta un'aumento della pressione addominale va ad aumentare anche la pressione su plessi emorroidari, spesso dunque incrementando la sintomatologia. Tuttavia farei un passo indietro: lei ha bisogno di una visita da un Proctologo: primo perché mi pare che ancora nessun medico l'abbia visitata, e di una diagnosi senza vedere fossi in lei non mi fiderei troppo; secondo perché a seguito della visita il Proctologo potrà darle tutte le indicazioni terapeutiche del caso, che non saranno solo pomate, bensì consigli a tutto campo, finalizzati non alla terapia generica della patologia emorroidaria (quella la può leggere pure su internet) ma al trattamento di uno specifico paziente: lei!
Cordiali saluti