Utente 942XXX
Buongiorno
Mia madre (79’enne p.: circa 70 kg con patologia kc tiroideo) deve eseguire una TAC con mdc cui è risultata allergica ad un esame precedente, per ovviare ciò le sono stati prescritti tre farmaci da assumere nelle 18 ore precedenti l’esame, Ranitidina 150mg, Trimeton 4mg (entrambe 2 compresse 2-3ore prima prima dell’esame) e Deltacortene 25mg con posologia di 2 compresse ogni 6 ore a partire da 18 ore prima della TAC.
Vorrei cortesemente sapere se tale sovradosaggio (in contrasto con quanto riportato nel foglietto del farmaco che pone limite massimo 20-30 mg nelle 24 ore) non possa causare danni o reazioni particolari ad una persona che vive da sola e che pertanto possono diventare pericolose.
Preciso inoltre che a causa di una trombosi vena ginocchio dx mia madre e sotto terapia con Seleparina da 6 giorni e che finita questa dovrà proseguire con Seledie.
Sperando di essere stato sufficientemente esauriente Vi ringrazio fin d’ora per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Nicola Verna
44% attività
0% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
Premetto che, forse, tale informazione sarebbe stato più semplice ed appropriato ottenerla dai colleghi che le hanno consigliato la premedicazione.
Ad ogni modo, lo schema terapeutico raccomandato ricalca quelli raccomandati dalle varie società scientifiche di Allergologia ed Immunologia Clinica ed utilizzati normalmente nella pratica clinica.
Se i colleghi non hanno ritenuto opportuno effettuare aggiustamenti dei dosaggi si può dedurre che le condizioni cliniche della signora non lo richiedono.
Cordiali saluti,

Dr. Nicola Verna