Utente 942XXX
Buongiorno,
mi chiamo Cristiano e ho 37 anni.Ho effettuato un ecocardiogramma(mai effettuato in precedenza)che ha riscontrato:
-ATRIO SINISTRO: Diametria: lievemente aumentata(43 mm).
-VALVOLA MITRALE: Lembi ridondanti con prolasso di entrambi i lembi più spiccato per il lembo posteriore.
Reperti doppler: Velocità transvalvolare nella norma.Rigurgito moderato(vena
contracta=0,36 cm)diretto verso il setto interatriale.Indice della fase diastolica normali.
Per il resto tutto nella norma.
Conclusioni:prolasso mitralico con insufficienza di entità moderata.Buona
performance sisto-diastolica dei ventricoli.

Ho effettuato questo controllo perchè ad esame elettrocardiogramma era stata rilevata una"ipersimpatia".Non avevo e non ho sintomi particolari.
Vorrei sapere se con questa diagnosi mi devo preoccupare, se devo fare qualcosa
in particolare(terapie,farmaci, ecc.)e se posso continuare uan vita normale,in particolare se posso fare dello sport(in particolare corsa non a livello agonistico).
Grazie e Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, allo stato attuale non è ipotizzabile effettuare una attività sportiva in assenza di un test da sforzo, che permetta di valutare le alterazioni pressorie e l'eventuale insorgenza di aritmie all'aumentare della frequenza cardiaca (non si comprende, inoltre,cosa si riferisca per "ipersimpatia", penso forse che lei volessa intendere tachicardia). Una volta effettuato il test provocativo, ne discuta con il collega cardiologo sul tipo di sport che può effettuare.
A disposizione per eventuali dubbi
Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 942XXX

Iscritto dal 2008
Gent.le Dott.Martino,
a seguito dell'ecocardiogramma ho fatto alla Dott.sa
che ha effettuato l'esame la stessa domanda e Lei ha detto che potevo regolarmente fare attività fisica e che
in queste condizioni vengono rilasciati anche certificati medici per l'attività agonistica e l'unica cosa che dovevo fare era un controllo ecocardiaco ogni 2 anni......Per quanto riguarda l'ipersimpatia mi era stato
detto all'elettrocardiogramma che c'era un ipersimpatico ma non sò a cosa si riferisse.
Mi sembra che la Sua risposta sia notevolmente diversa....cosa farebbe lei?
Grazie.

Cristiano
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile sig. Cristiano, se la diagnosi corretta è quella di prolasso mitralico con insufficienza di grado "moderato", attualmente i protocolli COCIS (quelli stabiliti dai medici sportivi per l'attività agonistica), le imporrebbero gli esami da me segnalati (aggiungendo un Holter ECG). E' ovvio che tale rigore non si applica per gli sport non agonistici, ma per sua sicurezza le consiglio comunque di effettuare almeno un test da sforzo.
Cordiali saluti