Utente 247XXX
Buonasera,

ringrazio anticipatamente di tutto cuore lo specialista che vorrà rispondermi.

Scrivo perché preoccupata per la salute di mia madre. Operata nel 1996 all'età di 36 anni per carcinoma mammario infiltrante G3 ormonorecettivo trattato con mastectomia e svuotamento linfonodale,chemioterapia con Epirubicina,radioterapia e Tamoxifene (da segnalare che un anno prima della diagnosi mamma ebbe un'interruzione volontaria di gravidanza ).
Da allora è sempre stata in follow up con riscontro negativo per presenza di malattia.
Oggi a seguito di ecografia per follow up annuale,le è stata riscontrata una piccola formazione di 7mm sotto la cicatrice chirurgica a margini irregolari (il ca 15.3 risulta nella norma).
Sono francamente in ansia in quanto,a seguito dell'accertamento, le è stato consigliato di eseguire agoaspirato con biopsia.

Esiste la possibilità che quanto riscontrato ecograficamente sia imputabile a tessuto aderenziale o devo temere il peggio?
Seppi della malattia di mia madre quando ero soltanto una ragazzina e l'esperienza di quel calvario,seppur vissuto in maniera indiretta,mi ha segnato profondamente a livello emotivo.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
"Esiste la possibilità che quanto riscontrato ecograficamente sia imputabile a tessuto aderenziale o devo temere il peggio?"

Si e' possibile. E' sufficiente la visita per essere rassicurati.

Tanti saluti
[#2] dopo  
Utente 247XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la tempestività e gentilezza.
Buona serata.
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
di nulla