mst  
 
Utente 476XXX
Buonasera a tutti i dottori,

Vi scrivo per chiedervi consiglio riguardo a possibile contrazione di MST. Circa un anno fa ho avuto un rapporto non protetto con un ragazzo che mi aveva detto di aver effettuato test da poco, risultati negativi.

Da lì a qualche mese ho incominciato a prendere la pillola perché ho iniziato una relazione monogama con il mio attuale ragazzo. Dopo poco abbiamo interrotto l'uso del preservativo.

A distanza di tempo (10 mesi) dal rapporto a rischio di cui sopra, ho effettuato due autotest hiv mylan risultati negativi.

Mi chiedevo se, in assenza di qualsiasi sintomo sia da parte mia che da parte del mio ragazzo, possa essere necessario eseguire dei test per verificare la presenza di altre MST. Io non ho avuto nessun sintomo, nessuna secrezione anomala e nessun rigonfiamento e nemmeno il mio compagno.

L'unico episodio che posso collegare a un qualche tipo di mst risale a molti mesi dopo il rapporto a rischio, in cui ho avvertito forte prurito nelle zone intime, passato nel giro di un paio di giorni con farmaci da banco (vagisil). Episodi simili mi erano già capitati anni prima del rapporto a rischio, sempre spariti nel giro di pochi giorni.

Vi ringrazio in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile signorina,
lei il 13 u.s. ha posto un quesito analogo a cui ho risposto io stesso
http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/605306-autotest_mylan_hiv_10_mesi.html
Quello che non comprendo è perchè lei si sottoponga con zelo agli autotest Mylan e dia per scontato che il suo ragazzo sia esente da MST.
Francamente è un atteggiamento per me incomprensibile.
Assenza di sintomi clinici non significa che il suo partner non possa per esempio aver avuto una Sifilide passata inosservata.
L'accertamento delle MST in una coppia si devono fare in coppia appunto, non come un gesto di sfiducia reciproca bensì come un dono che un partner fa all'altro.
Perciò, anche se dovrà fare un test inutile, si rechi con il suo compagno per fare un prelievo per un test HIV di IV generazione e uno screning per la Sifilide (VDRL/TPHA).
Se sarete entrambi negativi potrete vivere una sessualità piena, serena ed appagante.
Cari saluti.
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 476XXX

Iscritto dal 2018
Gentile dott. Carola,
la ringrazio per la celere risposta.

Forse avrei dovuto precisare che il rapporto non protetto è avvenuto con una persona diversa, successivamente ho iniziato una relazione stabile.

Non ho mai pensato alla possibilità di aver contratto niente, perché appunto la persona con cui ho avuto questo rapporto (diversa dall'attuale) mi aveva detto di aver fatto dei test di controllo.

A distanza di mesi ho iniziato ad avere delle forti paranoie di aver potuto contagiare il mio attuale compagno, la paura più grande era quella dell'HIV, che ho scongiurato dopo 2 test mylan.

il mio dubbio riguarda malattie come la gonorrea e la clamidia, e quindi mi chiedevo: secondo lei, in assenza di qualsiasi tipo di sintomo da parte mia e da parte del mio attuale compagno (unico episodio di prurito quello di cui sopra), pensaa che sia possibile aver contratto una di queste malattie?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Ritengo di no.
Ma lei si fida di ciò che le viene detto?
Beata lei.
Io sono più vicino a S. Tommaso: facta non verba.
Cari saluti.
Caldarola.