Utente 793XXX
Vi chiedo cortesemente qualche informazione sul tipo di sedazione praticata in caso di colonscopia, poichè ne ho fatta una circa 20 anni fa, senza essere sedato, e la ricordo con estrema ansia.
Oggi, da quello che mi hanno assicurato, una qualche forma di sedazione si pratica abitualmente, e vorrei sapere se è effettivamente efficace ed in grado di farla sopportare senza patire troppo.
Inoltre, è possibile chiedere al medico di addormentarmi del tutto?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Attilio Nicastro
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro Utente,
nei centri di endoscopia e di colonproctologia è uso abituale somministrare al paziente un sedativo prima dell'esame endoscopico. Questo può essere il semplice valium ma spesso si passa ad un ipnotico più potente che induce un vero e proprio sonno che non necessita di intubazione tracheale per la respirazione. Durante questa sedazione praticata comunque da uno specialista anestesista, il paziente deve essere monitorizzato per le attività vitali (cardiaca, respirazione ed ossigenazone). Durante l'esame non si avverte, ovviamente, nessun fastidio con un risveglio pronto a fine esame. Anche se il paziente può ritornare immediatamente a casa è indicato che sia accompagnato, non deve guidare mezzi di trasporto o praticare attività che richiedono una piena attenzione mentale, durante il resto della giornata.