Utente 952XXX
Salve, sono un ragazzo di circa 19 anni e da qualche tempo ho una relazione stabile con una ragazza con cui faccio abitualmente sesso. Premetto che l'anno scorso ho fatto 2 visite andrologiche, una dal medico di base, e una presso un ospedale della mia città, per accertamenti generali. Nè il medico di base, nè l'Andrologo mi hanno consigliato alcun tipo di intervento, sostenendo che il mio pene non necessitava alcun tipo di intervento e che sembrava tutto normale.
Detto questo vorrei porVi due quesiti:
1) la prima volta che ho avuto un rapporto con la suddetta ragazza sono riuscito a raggiungere l'orgasmo, con un corso normale, mentre le successive volte, sebbene abbia avuto un rapporto di diverse ore, non sono riuscito a raggiungere l'orgasmo, che si presenta tuttavia attraverso una masturbazione manuale. Mi chiedevo se ciò potesse essere un fattore psicologico, visto che godo di ottima salute, e come mi hanno riferito i medici non ho problemi funzionali.
2) Ho notato che dopo il rapporto sessuale la pelle Inferiore del mio prepuzio, posta sopra il frenulo, subisce un deciso gonfiore e un lieve arrossamento, che vanno scomparendo in breve tempo. Siccome ultimamente intraprendo rapporti sessuali di diverse ore, si parla di un ora, un ora emmezza, e anche due ore, mi chiedevo a cosa potesse essere dovuto quel gonfiore, se ad un eccessivo sfregamento della parte in questione con il tessuto vaginale, se a problemi di scopertura del glande, o se problemi con il preservativo, dato che usando quelli anatomici essi mi stringono comunque molto causandomi occasionalmente un lieve fastidio al termine dello srotolamento lungo il pene; o anche durante il coito.

Grazie in anticipo per le Vostre risposte, Cordiali saluti e felice e sereno 2009

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la sintomatologia sessuale riferita e' caratteristica della giovane eta' e puo' riconoscere come cause scatenanti tutti i fattori da Lei esposti,da soli o associati."A naso" direi che il profilattico rivesta il ruolo di "protagonista",considerando che le visite effettuate hanno dato esito negativo e che,nella masturbazione,tutto va bene...Ricordò,infine,che orgasmo ed eiaculazione sono due funzioni concomitanti ma distinte.Cordialita' ed auguri sinceri.



[#2] dopo  
Utente 952XXX

Iscritto dal 2009
quindi le cause dell'anorgasmia sono prettamente psicologiche, anche se non si presentano nè l'orgasmo, nè l'eiaculazione?
E il gonfiore secondo il Suo parere è causato dalla durata dei rapporti con un profilattico "scomodo"?
potrebbe consigliarmi dei profilattici migliori che mi forniscano un maggiore comfort? ( fin'ora ho usato i Durex Anatomici )

Grazie per la risposta data, e per le future.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
egregio signore,
il profilattico è sempre e comunque una manovra di emergenza, che complica la vita soprattutto alle prime esperienze. Vista la durata dei rapporti un po edema lì e normale.
Le consiglierei, so che è difficile ma bisogna, di avviare un programma anticoncezionale con la sua ragazza utilizzando il ginecologo della signorina oppure il consultorio della ASL.
Di sicuro il suo problema di eiaculatorio non è fisico, potrebbe essere psiùologico ovveroi legato al profilattico. Cioè sitauzionale.