Utente 114XXX
Egregi Dottori,
chiedo ancora il vostro aiuto.
Ho fatto il tampone uretrale ed è risultato negativo evidenziando solo
cellule epiteliali: alcune
leuccoiti: rari
mi chiedo a questo punto dopo aver fatto quest'esame tanto fastidioso perchè mi fa male il canale del'uretra? lo sento caldo..bollente..! cosa può essere? vi prego di darmi una Vs diagnosi..certo senza visita non è il massimo..ma cosa può essere? grazie dell'attenzione. Cordiali saluti.

emanuele

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro emanuele,

prova a trascorrere un periodo di "astinenza sessuale" per almeno 10 giorni, bevi parecchia acqua, evita cibi piccanti, alcolici e sports violenti e alla fine fatti visitare dal tuo medico
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2006
la ringrazio Dott. Pozza per la celere risposta..il punto è che ce l'ho ormai e visto la negatività del tampone..non ho idea di cosa mi affligge..questa cosa mi mette molta ansia!!
[#3] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2006
intendevo dire che ormai ce l'ho da mesi..
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
visto che il tuo Medico di base non riesce, non dico a fare una diagnosi ma nemmeno a placare il tuo stato di ansia, direi che è il caso che i tuoi genitori ti accompagnino da uno specialista Andrologo. Dico questo perchè tu sei minorenne ovviamente, e quindi non puoi andarci da solo...
Noi qui nel Forum potremmo fare 100 congetture diagnostiche, ma tali resterebbero. Potremmo prescriverti esami clinici, di laboratorio e strumentali, ma comunque sarebbero prescritti empiricamente, senza una base obbiettiva e quindi, mi chiedo e ti chiedo, ...a che servirebbero?
Allora, parla chiaramente con i tuoi famigliari e decidi in fretta. Questo stato ansioso non ti fa bene.
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2006
Egregio dott.Martino,
sono attualmente seguito da un urologo ed è stato lui stesso a farmi il tampone uretrale..devo cambiare e rivolgermi a un andrologo? è diverso da urologo? mi può consigliare qualcuno da queste parti(Lecce e provincia)? grazie dell'ascolto
Distinti saluti

Emanuele
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
io direi che farsi seguire da un Urologo che sia anche Andrologo è giustissimo. E mi sembra che tale sia il Suo di Urologo.
Non è che tutti gli Urologi siano anche Andrologi. E viceversa. Sembra complicato ma Le assicuro che non lo è per niente nella normale pratica clinica quotidiana.
Quindi finchè, e sottolineo finchè, il Suo specialista di fiducia Le darà tutto ciò che Lei si attende da un Medico di fiducia, beh non vedo alcun motivo di sostituzione. Se invece le Sue giustificate aspettative, di guarigione ma non solo di guarigione, Le sembrano disattese, beh allora il discorso è diverso.
Spero di essere stato chiaro.
Auguri affettuosi e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2006
chiarissimo dott.Martino.
putroppo queste aspettative di guarigione non avvengono. ultima prova mi ha dato cistalgan e unidrox x 2 mesi il secondo 7 gg al mese..non so cosa ho..è un dolore, una pesantezza, un bruciore al canale nei testicoli..quella "fascia dura" in mezzo ai testicoli! mi scuso per i termini poco tecnici. e scuso se interrompo il vostro lavoro
Distinti saluti.

Emanuele
[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
Lei non ha niente di cui scusarsi, ci mancherebbe altro.
Siamo qui nel Forum per nostra libera e cosciente scelta, quindi il minimo che possiamo fare è leggere i segni e i sintomi che Lei accusa. Chi sta male è Lei. Purtroppo non sempre riusciamo ad essere di qualche aiuto. Come nel Suo caso.
Ovviamente, e Lei comprenderà le motivazioni, nemmeno mi azzardo a fare ipotesi diagnostiche. Le occorre un Medico vero, in carne ed ossa, e non certo un Medico virtuale come siamo noi qui nel Forum. Provi a chiedere nel Suo giro di famigliari, amici, colleghi, vedrà che un nome salterà fuori. Oppure si rivolga ad una Struttura Pubblica qualificata Universitaria od Ospedaliera. E' sempre il miglior punto di partenza.
Non posso farLe altro che gli auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO