Utente 120XXX
Gent.mi Medici, sono un uomo di 38 anni sono alto 1,80 M e peso 103 kg.
Ho eseguito una risonanza magnetica "rachide lombo-sacrale", su indicazione del mio medico curante.
Il sintomo che avverto, è una fastidiosissima mancanza di sensibilità a tutto il lato esterno della coscia sinistra, senza nessun tipo di dolore alla schiena.
Riporto il risultato dell'esame:

Canale rachideo di dimensioni nei limiti di norma.
Non evidenti alterazioni morfo-strutturali dei metameri vertebrali del tratto lombo-sacrale.
Nei limiti per spessore e segnale i dischi intersomatici del lato lombare.
A livello L4-L5 si evidenzia una limitata protusione su tutta la circonferenza somatica con limitata impronta sul profilo anteriore e laterale del sacco durale.
Nei limiti i restanti dischi intersomatici.
Non tumefazioni delle emergenze radicolari ai livelli esaminati.

Volevo cortesemente chiedervi un quadro della situazione ed eventuali soluzioni al mio problema.
Quale tipo di attività fisica posso - nel frattempo - praticare?
Qualche anno fa praticavo corsa piana e calcio a livello non agonistico!
Nel ringraziarvi porgo i miei più
Cordiali Saluti.
Fabio

[#1]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Il suo primo problema è il peso corporeo: deve assolutamente dimagrire per diminuire il carico sulla sua colonna vertebrale. Chi le ha richiesto la RMN a questo punto (essendo un medico generico) dovrebbe già averle dato il consiglio di rivolgersi allo specialista ... che sarà in grado di darle le indicazioni necessarie.
A mio parere dovrebbe seguire una alimentazione corretta, fare esercizi di tonificazione della muscolatura di sostegno(addominali ecc.) ben eseguiti e, per la parte aerobica, l'unica attività concessa in fase di dolore è il nuoto.
Tali indicazioni devono però essere confermate dallo specialista e non possono essere date a distanza se non come indicazioni generiche.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#2] dopo  
Utente 120XXX

Gent.mo dott. Lupo, la ringrazio per la risposta e ne approfitto per farle un'ultima domanda.
Verso quale specialista conviene indirizzarsi, ortopedico, medico dello sport?
Per quanto riguarda lo sport, fortunatamente non ho "dolore" ma solo una mancanza di sensibilità alla coscia sinistra esterna, pensa che un'attività come il fitwalking (cammino sostenuto) possa essere contoindicata?
Di nuovo la ringrazio e le porgo cordiali saluti.
Fabio

[#3]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Per una valutazione ottimale si deve sottoporre ad una visita con lo specialista in Medicina dello Sport (al quale dovrebbe già essersi rivolto visto che praticando attività sportiva è raccomandabile, quando non addirittura obbligatorio per legge, sottoporsi ad una visita di idoneità allo sport stesso.
Prima di pensare a quale sport fare deve risolvere il problema che la affligge per non farlo diventare più grave e limitante.
Dottor Sergio Lupo
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#4] dopo  
Utente 120XXX

Tante grazie per le sue rispodte Dott. Lupo.
Fabio