Utente 103XXX
salve,scrivo a nome di una mia parente signora di 58 anni che all'incirca da 10 anni soffre di tachicardia. sono state eseguiti diversi esami tra cui ECG HOLTER. presento qui il referto: la registazione Holter durata 23ore ha mostrato la presenza di un ritmo sinusale regolare,con rare exstrasistoli atriali. brevi tratti di tachicardia sopraventricolare. frequenza massima registrata di 130 bm.
non bradicardie significative. non alterazioni della fase di recupero.
farmaci consigliati: atenol 1/4+1/2 .
eseguiti anche esami di funzionalità tiroidea,referto nella norma.
ci si chiede a questo problema della tachicardia si può guarire?
aspetto una vostra risposta.
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, in realtà il referto Holter esplicita che il numero di episodi di tachicardia è davvero così fugace da rendere non di certo preoccupante la situazione cardiologica. Aggiungo inoltre, che è molto probabile, visto che lei non ci indica altri elementi che potrebbero essere causa di tachicardia, che la causa di tutto ciò sia una esaltata emotività della paziente piuttosto che una patologia organica. In tali casi spesso, più che una terapia antiaritmica, ha più successo una blanda terapia ansiolitica.
Saluti