Utente 457XXX
Sono un ragazzo di 32 anni ed ho il seguente problema: il mio pene in erezione raggiunge la lunghezza di 17/18 cm mentre in fase di rilascio spesso ha dimensioni ridotte fino a 4/5 cm. Negli ultimi anni ho sviluppato un addome molto voluminoso a causa di una cattiva alimentazione e ad un eccessivo consumo di birra.Sono magro ma ho la pancia molto gonfia. Può essere questa una causa delle ridotte dimensioni del pene?Che provvedimenti posso attuare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

no, non ci sono correlazioni tra le dimensioni dell'addome e quelle del pene salvo il fatto che un addome voluminoso tende a "nascondere" un pene che appare meno lungo.
Un primo modo di affrontare il problema del suo pene sare
bbe quello di regolarizzare la sua dieta e il suo addome
cari saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
come Lei sembra aver correttamente intuito, le dimensioni e la conformazione addominale, ovviamente e soprattutto in sede sovrapubica, possono aver molta influenza sulle apparenti dimensioni del pene. E sottolineo apparenti. Infatti Lei ha un organo di dimensioni del tutto nel range di normalità in erezione, anzi, ma non soddisfacenti a riposo...e ciò proprio per l'eccesso adiposo sovrapubico che nasconde ed affonda il pene stesso.
Consiglio comunque un videat specialistico Endocrinologico generale. Quindi dovrebbe mettere in pratica tutti gli accorgimenti dietologici (sotto la guida di uno Specialista in Scienze dell'Alimentazione) e fisico-riabilitative (sotto la guida di esperti del settore) per rientrare in un peso forma se non ideale.
Stabilizzata la situazione, è chiaro che Lei trarrà massimo benefico proprio dalla correzione di questo eccesso adiposo di cui abbiamo parlato.
Esistono varie tecniche chirurgiche e non per raggiungere tale scopo. A mio modo di vedere, le tecniche di lipoaspirazione e/o liposcultura sembrano le più indicate.
Ci faccia sapere.
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
condivido le valutazioni fatte dai colleghi che mi hanno preceduto. Comunque già i presupposti legati ad un eventuale miglioramento del suo stile di vita , eliminando "la sua cattiva alimentazione" e la birra ed aumentando la sua attività fisica , potrebbero essere misure capaci di migliorare il suo "quadro anatomico".
Auguri ed un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
.
[#5] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

visti le sue numerose richieste di consulto, sembra che il suo peso e la sua obesita' siano responsabili di alcuni quadri patologici che necessitano una correzzione alimentare e di attivita' fisica che dovrebbero comunque comportare la riduzione di tutti i sintomi correlati (steatosi, ipertensione...).
Il problema del suo pene e' la punta dell'iceberg (perdoni la battuta) di un problema che sembra essere piu' complesso e per il quale il suo organismo ne risente sotto vari punti di vista.

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
[#6] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
concordo con quanti mi hanno preceduto
[#7] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
concordo con quanti mi hanno preceduto