Utente 165XXX
Salve!
Vorrei un consiglio onesto e disinteressato a proposito dell’epilazione laser. Premetto che ho 32 anni, sono affetta da ovaio policistico (cisti di massimo 5-6 mm di diametro da ambo i lati) e l’ultimo dosaggio ormonale segnalava al 4^ giorno di ciclo mestruale valori di 17-beta estradiolo pari a 32 pg/ml, di 17-OH progesterone pari a 0,75 ng/ml, di SHBG pari a 27 nmol/lt, mentre il valore del progesterone al 25^ giorno di ciclo era 8,55 ng/ml. Gli altri valori ormonali sono nella norma e i flussi regolari (ogni 29-35 giorni). Sono alta 1.60 m, peso 66 Kg, sono a dieta e faccio cyclette.
La ginecologa da cui sono attualmente in cura al S.Anna di Torino non ha ritenuto opportuno darmi farmaci per combattere il mio problema di irsutismo (interno coscia, braccia, seno, torace, addome, basette), ma dall’età di 15 anni fino ai 22 ho preso Aldactone, poi per un brevissimo periodo Diane, sospeso perché mi dava troppi problemi di sovrappeso e ritenzione idrica.
Dallo scorso novembre 2005 al maggio 2006 mi sono sottoposta a 6 sedute laser presso una dermatologa privata di Torino - segnalatami dalla ginecologa - con l’apparecchiatura Apogee 40 Express (ad alessandrinite), ma a neppure due mesi di distanza dalla sospensione delle sedute i peli stanno ricrescendo lunghi e neri. Il bello è che questa professionista mi aveva assicurato che ‘il bulbo pilifero, una volta distrutto, non fa più ricrescere i peli’, facendomi intendere più di una volta che la depilazione sarebbe stata definitiva. Io, leggendo altri pareri su Internet, ero piuttosto scettica sulla promessa di risultati permanenti, ma speravo in effetti un po’ più duraturi (almeno un anno!).
Ora, vorrei sapere se esistono laser più potenti ed efficaci di quello che io ho provato, a mie spese psicologiche ed economiche (1.500 Euro non deducibili dalla dichiarazione dei redditi in quanto lo studio figurava di Estetica). Ho carnagione chiara e peluria lunga e scura.
Grazie a chi mi vorrà aiutare: come potrete immaginare il mio umore è a terra, le speranze che qualcosa cambi si affievoliscono man mano che il tempo passa. Vorrei solo un po’ di felicità, una vita di relazione normale, non vergognarmi del mio aspetto fisico. Chiedo troppo?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile Signora,
permettendomi di sottolineare a titolo personale l'inutilità della sua prima frase, le significo le seguenti osservazioni:

1) il primo problema da affrontare è la cura del dismetabolismo ormonale, il quale se non controllato, costituisce il "primum movens" per lo stimolo di fase anagen (crescita) del ciclo del pelo. pertanto ogni tentativo di ablazione può risultare inefficace.

2) il laser ad alessandrite è un eccellente laser epilatorio, ma solo per i fototipi I e II (pelli chiarissime/molto Chiare), per i restanti fototipi non è assolutamente consigliabile, anche per il rischio di discromie post-epilatorie.

3) l'epilazione permanente non è definitiva, ma ha ottimi risultati, in termini di dimunizione del numero di peli e periodo di ricrescita: questo soprattutto nelle donne.

4) il laser più diffusi per tutti i fototipi per quanto riguarda l'epilazione permanente, sono il Nd YAG 1064 nm o la luce pulsata, ferma l'utilità dell'alessandrite per i fototipi chiari.
Cari Saluti
Dott. Luigi Laino
Dermatologo e Venereologo, Roma





[#2] dopo  
Dr. Marcello Stante
28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
gentile amica
capisco benissimo il suo stato psicologico e mi permetto di dirle quanto segue:
Essendo affetta da ovaio policistico e con iperandrogenismo, evidentemente il suo problema è medico prima che estetico e va curato da un dermatologo su di un piano prettamente clinico prma che estetico. La cura consiste in un riposo farmacologicamente indotto delle sue ovaie con aggiunta di un antiandrogeno per via orale, chi le ha consiglito il laser per un problema medico quanto meno non era uno specialista competente. chi le ha detto che il laser fa sparire i peli in via definitiva ha mentito. chi le spaccia un trattamento medico per uno estetico ha messo in atto una frode.
la cosa migliore da fare è diffidare sia della sua ginecologa che fornisce informazioni di cui non ha conoscenza (nella migliore delle ipotesi) sia della dermatologa che spaccia trattamenti estetici al posto di quelli medici.
cambi i suoi specialisti di fiducia e sconsigli questi specialisti alle sue amiche.
cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2006
Gentile Dott. Stante,
grazie per i suoi consigli, li seguirò di certo. E' confortante sapere che esistono medici franchi ed onesti come lei, che difendono prima le persone che la categoria.

Buone vacanze
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Liardo
28% attività
0% attualità
16% socialità
GELA (CL)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Cara Sig.ra,
mi trovo perfettamente concore con quanto detto dal collega Stante. Credo sia giunta l'ora di fare chiarezza. Molti medici specialisti e non, pensando al boom della medicina e chirurgia estetica, spingono i pazienti a praticare trattamenti che successivamente si dimostreranno inutili o dannosi. Spesso sento parlare di Chirurghi estetici che non sono chirurghi plastici (lì ho paura). La Medicina e Chirurgia estetica non si impara con corsi o simposi, ma con scuole adeguate e durante la speciaizzazione.
Scusi per lo sfogo e cordiai saluti
[#5] dopo  
Dr.ssa Floria Bertolini
24% attività
8% attualità
12% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2001
Gentile Signora,
Non sono riuscita risponderLe prima per problemi tecnici.
Mi sembra che il "Suo caso clinico" sai stato ben valutato da tutte le indagini da Lei effettuate ed effettivamente sarebbero indicate terapie sistemiche che mi sembra abbia già provato o con insuccesso o con problemi collaterali. Pertanto per correggere il problema estetico è indicata la terapia laser epilatoria.
Riferisce di essere stata trattata con un laser ad alessandrite, di avere un carnato chiaro e peli scuri: dovrebbe avere ottimi risultati.
Il laser ad alessandrite per l'epilazione è indicatissimo soprattutto su cute chiara e peli scuri.
Potrebbero esservi delle variazioni tra le varie ditte produttrici, tuttavia dal punto di vista teorico e dalla letteratura scientifica in merito, è uno dei laser più indicati per questo tipo di terapia.
La mia personale esperienza con laser epilatorio ad alessandrite è ottima, certamente però una persona non deve pensare di rimanere senza peli, perchè di fatto si verifica una miniaturizzazione dei peli.
Da peli scuri, più o meno grossi, si dovrebbe arrivare ad avere una peluria chiara.
I peli non presenti quando si effettua la terapia non possono essere eliminati. Quindi una persona che oggi ha cento peli, ma tra un anno avrebbe 150 peli, se ha ottenuta la completa miniaturizzazione dei primi cento peli nell'arco dell'anno, il risultato potrebbe apparire meno importante per la comparsa dei nuovi 50 peli.
Distinti saluti.

Dr.ssa Floria Bertolini

Vicenza - Centro Medico Palladio
Via Lussemburgo, 57
tel.:0444.322210

Padova - Poliambulatorio Casa di Cura Privata "Morgagni"
Via Cavazzana, 63/67
347-2737537