Utente 107XXX
Buonasera, mia madre e' stata operata l' 11/09/2001 al polmone sx per carcinoma cistico.
in tale occasione e' stato asportato l' intero polmone per necessita'.
Non furono prescritte cure specifiche, ma controlli frequenti.
Dai primi di febbraio 2009, e' stato diagnosticato di nuovo un carcinoma adenoideo - cistico , diciamo sulla cicatrice del primo intervento.
E' stato trattato con laser localizzato, che ha ridotto l' estensione dello stesso, ma non ha risolto il problema.
Dovra' sottoporsi a cure chemioterapiche(a quanto ho capito in compresse?).
I medici dicono che e' un male lento che si propaga con difficolta', ma che allo stesso tempo reagisce alle cure con lentezza.
Vorrei un parere franco sul caso, anche se mi rendo conto che non sono stato molto "tecnico" come spiegazioni.
Inoltre, presenta una ciste sospetta su di un rene, che i medici sospettano essere dello stesso tipo del polmone.
E' possibile?
Grazie in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Per poter effettuare una corretta valutazione si dovrebbero valutare le documentazioni inerenti (TC, esame istologico...); è molto complesso mediaticamente dare delle "dritte" alla cieca. Si rischia di confondere sempre di più le idee.
[#2] dopo  
110

Cancellato nel 2011
Sono d'accordo con il collega e soprattutto meriterebbe di essere rivisitato l'easme istologico del polmone dal momento che il carcinoma adenoideo-cistico del polmone (se di questo si tratta) è una varietà di tumore rarissimo.
Cordiali saluti
Maurizio Spinelli
[#3] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per l' ascolto, non appena potro' inviero gli esami
[#4] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera e grazie ancora per l' ascolto, vi invio il link via email per scaricare il pdf degli esami di mia madre.



P.S. il problema al rene e' in fase di studio.

Grazie e buona serata
[#5] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
ho inviato direttamente il file per e.mail, spero arrivi grazie e scusate l' inconveniente
[#6] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
spero siano arrivati correttamente gli esami, grazie per l' ascolto e Buona Pasqua
[#7] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
chiedo scusa per l' impazienza, posso chiedere cosa ne pensate in merito agli esami che vi ho inviato?
Spero siano arrivati e che abbiate avuto la possibilita' di darci un occhiata.
Rinnovo i miei piu' cordiali saluti ed un augurio di buon lavoro a tutti. Grazie
[#8] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
nessuna nuova?
[#9] dopo  
110

Cancellato nel 2011
Gentile utente gli esami inviati depongono per la presenza di nodularità sospette al polmone controlaterale che devono essere ulteriormente indagate (aspirato con ago sottile ?), come pure quella renale, per poter decidere la terapia più idonea. Vi è stata data l'indicazione di rivolgervi all'Oncologo, cosa che dovete fare al più presto. La neoplasia è molto lenta, come fase di accrescimento, e si hanno sopravvivenze oltre i dieci anni, dalla prima diagnosi, sempre che sia attuata una terapia tempestiva.
Di più non posso dirle.
Cordiali saluti
Maurizio Spinelli
[#10] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
grazie infinite e mi scusi ancora per l' insistenza, l' oncologo e' gia' stato contattato, e siamo in attesa di conoscere la cura che decideranno i medici.
Si parla di cura per compresse o cicli tradizionali.
Una domanda, per "al polmone controlaterale" cosa intende, io so, in termini pratici che i noduli sono sulla zona interessata dalla lobectomia nel 2001, non e' cosi'?
Grazie prof. Spinelli e buon lavoro

P.S. dimenticavo, purtroppo e' emerso dalle indagini che il problema era sfuggito ai controlli del 2006, che incidenza potra' avere sul corso della malattia?
Comunque gia' dopo il laser mirato mia madre sta molto meglio sia di respirazione che tosse(e' quesi scomparsa)
[#11] dopo  
110

Cancellato nel 2011
Il polmone controlaterale (rispetto a quello tolto durante l'intervento) è l'unico attualmente presente;
la PET descrive in questo polmone lesioni nodulari non metabolicamente attive che se persistono devono essere ulteriormente indagate. Come le ho già detto è difficile prospettare il decorso della malattia trattandosi di un tumore raro a livello polmonare.
Sono felice per sua madre.
Cordiali Saluti
M. Spinelli
[#12] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
Sono felice di aver trovato persone su questo portale che dedichino il poco tempo rimasto a rispondere alle numerose domande degli utenti, grazie di cuore, le porgo i miei saluti e le auguro sempre un buon lavoro