Utente 108XXX
circa dieci anni fa ho preso un brutto calcio, vicino alla tibia,circa dieci cm più insù della caviglia; ricordo che all'inizio avevo un forte dolore e che mi si formo una specie di livido interno; il fatto è che da allora quella zona della gamba è rimasta SEMPRE indolenzita, infatti come la toccavo con la mano, percepivo il muscolo molto duro.recentemente sempre giocando a pallone ho preso un altra botta proprio in quella zone e da allora, in quella zona della gamba, il muscolo mi è diventato ancora piu duro, e se provo a premerlo anche e solo leggermente sento un dolore leggermente fastidioso.il mio medico di famiglia mi ha detto che è una calcificazione con sangue non riassorbito e poi mi ha accennato a una trombosi.ma è plausibile tale diagnosi?e come potrei risolvere tale mio problema?
grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile signore,

la visita medica è fondamentale per poter impostare un percorso diagnostico che potrebbe concludersi con una proposta terapeutica medica o chirurgica.

per tale motivo il percorso diagnostico potrebbe essere, tenendo sempre a mente che il mezzo che stiamo utilizzando (computer internet) ha grossi limiti, ecografico e/o ecocolordoppler dei arti inferiori, questi esami dovrebbero essere richiesti e coordinati dal suo medico curante o da uno specialista.

cordiali saluti