Utente 146XXX
Sono un ragazzo di 24 anni, vi scrivo perchè ho dei dubbi riguardanti gli ultimi esami del sangue effettuati in data 03/08.
Premessa:
-Dalla mattina di giovedì 20/07 mi è comparso un linfonodo ingrossato sotto l'ascella dx,anche piuttosto dolorante anche durante i semplici movimenti.
-Dalla mattina di sabato 22/07 mi è comparsa la febbre (39.3/39.6) con anche mal di gola.Preoccupato mi sono recato dalla guardia medica, la quale mi ha diagnosticato una tonsillite con placche.Mi ha inoltre prescritto amoxicillina(3 volte/die) ed esami del sangue completi, con in più il monotest(anche se milza e fegato erano regolari alla palpazione).
-Lunedì 24/7 mi sono recato dal mio medico di base, il quale mi ha prescritto di continuare la terapia antibiotica, prescrivendomi altre due scatole di antibiotico.
-Martedì 25/7 ero completamente sfebbrato ma presentavo ancora qualche piccola placca residua.
-Venerdì 28/07 mi sono sottoposto ad intervento di circoncione con nessuna complicazione,medicazione giornaliera con betadine unguento.
-Mercoledì 2/8 mi son recato dal medico per prolungare il periodo di malattia ed inoltre gli ho riferito che, pur non essendo più dolorante, il linfonodo ingrossato era ancora presente,anche se in dimensioni minori.Decisi quindi di effettuare gli esami richiesti dalla guardia medica,compreso il monotest.
-Giovedi 3/8 ho fatto gli esami del sangue ed al pomeriggio ho assunto l'ultima compressa di antibiotico.

I risultati degli esami sono ampiamente nella norma tranne alcuni valori:

Globuli Bianchi 9.53 range 4.00/9.00
Ampiezza media distrib.G.R. 15.0 range 11.5/14.5
Ma soprattutto:
Ast (sgot) 118 range 4/40
Alt (sgpt) 389 range 4/40
Da notare monotest negativo:
Ac eterofili (monotest) Assenti
Ac anti-VCA IgM (EIA) Assenti

Aggiungo inoltre che non bevo alcolici da quasi 2 settimane in quanto esco da una malattia,e non ho l'abitudine di berli durante la settimana.

Preoccupato, il giorno stesso dell'esame mi son recato dal mio medico, il quale mi ha prescritto esami per epatite A e C ed HIV, anche se non ho nessun motivo per aver contratto tali virus.

Questi sono gli ultimi esami eseguiti il giorno 4/08 con esito:

Ac anti-HIV 1/HIV 2 Screening (MEIA) Negativo
Ac anti-HCV Screening (MEIA) Negativo
Ac anti-HAV IgM (MEIA) Negativo

Questo rialzo, alquanto notevole, dei valori di AST ed ALT può essere riconducibile ad un'effetto collaterale/sovradosaggio dell'amoxicillina+clavulanico(Augmentin)?Ho letto nel foglietto illustrativo che può essere un'evento raro ma possibile,anche il mio medico mi ha avvertito di questa eventualità.
Ho letto in altri post in questo forum che valori più alti di ALT ripetto ad AST potrebbe essere riconducibile ad un inizio di cirrosi epatica....

Mi scuso per la mia lungaggine, ma preferisco non tralasciare niente per rendere più facile un Vs eventuale parere in merito..

Distinti saluti.

PS:Circa un mese fà ho cominciato ad avvertire delle fitte, abbastanza dolorose, sul lato dx dell'addome, all'altezza del fegato.Tali fitte erano presenti tutto il giorno per una settimana circa, per poi scomparire senza nessuna terapia.Saltuariamente, però, le avverto ancora, anche se poi scompaiono poco dopo.
Sono, inoltre, in terapia anticoagulante con coumadin a vita x un deficit di proteina S congenito.Terapia che è stata sostituita da punture sottocute di Clexane dal 24/07 al 02/08, per permettere l'intervento di circoncisione.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Caro Utente,

direi che la prima cosa da fare è una ecografia epatica. Certamente la terapia antibiotica può avere influito su un innalzamento delle transaminasi epatiche ma un controllo per verificare la presenza di eventuali calcoli della colecisti mi sembra indicato. Inoltre ripeterei a distanza di un mesetto dalle ultime analisi le transaminasi, fosfatasi alcalina, gamma-gt, bilirubina totale, diretta ed indiretta. Non mi preoccuperei assolutamente per quanto riguarda la possibilità di una cirrosi.

Molto cordialmente

Dr. Carlo Pastore