Utente 842XXX
Gentili dottori, chiedo un vostro parere in merito alla seguente situazione:
il dentista mi ha curato (finito da circa 2 mesi) due molari adiacenti inferiori a sinistra (quelli appena prima del dente del giudizio, in precedenza estratto) rimuovendo una carie che si era estesa ad entrambi e realizzando poi 2 intarsi; la resa finale estetica è soddisfacente, ma nella masticazione avverto sempre fastidio, come se fosse una puntura di spillo, quando qualche pezzetto di cibo finisce in un preciso punto del dente (nella parte centrale, più bassa, di entrambi); sono tornato dopo 1 mese per farglielo presente, mi ha levigato leggermente una "punta" che a suo dire causava il fastidio, ma in realtà non è cambiato nulla! Vengo alla domanda: mi devo ancora abituare?da cosa potrebbe dipendere?se chiudo la bocca non avverto dolore, succede solo masticando, anche solo un cracker, ad esempio se un granello di sale finisce in quel determinato punto!
Che fare?grazie a tutti in anticipo per i vostri utilissimi consigli!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Gent Paziente
escludendo il pre-contatto visto che il collega ha già rimodellato e ricontrollato l'occlusione, il problemino può essere legato o alla metodica di cementazione dell'intarsio o, più facilmente alla vicinanza dello stessa alla camera pulpare e quindi alla polpa del dente al quale la sensibilità viene trasferita. questo è più frequente con gli intarsi in ceramica rispetto a quelli in resina. se non dovesse progressivamente ridursi fino a scomparire potrà essere consigliabile la devitalizzazione dell'elemento che Le procura fastidio
cordiali saluti
finotti marco
www.vesalio.it
[#2] dopo  
Utente 842XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo dottore, grazie per la risposta immediata e chiara!Approfitto ancora della sua disponibilità per qualche dubbio che mi è venuto in mente leggendo la sua risposta: secondo la sua esperienza, dopo quanto tempo dovrebbe ridursi e scomparire il fastidio, se non si tratta della seconda ipotesi, effettivamente la più probabile? Inoltre, dal momento che inconsciamente tendo a masticare sempre dal lato destro per evitare il fastidio che avverto talvolta a sinistra, potrei secondo lei alla lunga avere ripercussioni sulla corretta masticazione? Infine, ha senso "sopportare" questo che comunque rimane un fastidio non eccessivamente doloroso pur di tenersi il dente "vivo" o è preferibile devitalizzarlo?L'intarsio si potrà recuperare o sarà necessario rifarne uno nuovo dopo la devitalizzazione?
Con sincera gratitudine, la saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
gent Paziente
cerco di rispondere a tutte le sue domande
-se è un problema di "cementazione, non passa
-se è per vicinanza alla polpa dentaria o si riduce sino a scomparire nel tempo di 2-3 mesi, quasi già passato o è meglio devitalizzare il dente
-mastichi su entrambi i lati, si accelera la decisione per la scelta, è inutile tenersi un fastidio e alterare l'equilibrio muscolare masticando solo da un lato
-non va tenuto un dente con fastidio, ma va eliminato il fastidio
-se l'intarsio è in composito facilmente può essere forato per la deviatalizzazione e ricostruito nella parte forata, diversa la soluzione se è in ceramica in quanto nella zona di perforazione, già più difficile, mancherà il sigillo per la ricostruzione in composito, ma il tutto dipende dall'entità dell'intarsio e quindi della ricostruzione per cui questa ultima risposta è solo indicativa non avendo alcuna documentazione per essere più preciso
cordiali saluti

[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Cortese Utente, sarebbe utile per una corretta risposta sapere sia l'estensione dell'intarsio (inlay;onlay;overlay)(se lo faccia dire dal suo odontoiatra) sia il materiale di costruzione.
In attesa la saluto
[#5] dopo  
Utente 842XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mi dottori,grazie intanto per le vostre risposte!tra poche settimane rivedrò il dentista per la visita di controllo e avrò di certo una migliore preparazione (grazie ai vostri chiarimenti) per poter discutere serenamente con lui del mio fastidio e come affrontarlo; intanto ho la senzazione che talvolta sia diminuito, altre volte la sensibilità al freddo è evidente; noto inoltre un'altro sintomo (intermittente, giorni si e giorni no):una specie di sensibilità (caldo?)che si irradia alla guancia fin quasi allo zigomo..sempre dal lato dei denti curati...non saprei come descriverla meglio...ma può essere legata ad uno di questi denti?Per quello che ho potuto vedere, l'intarsio ha riguardato la parte centrale (abbastanza estesa)del dente posteriore e un settore (al contatto)di quello immediatamente precedente (nessuno dei due è stato devitalizzato).Vi terrò informati e grazie ancora!