Utente 302XXX
Salve,
la storia del trauma alla mandibola e' proseguita, ma ora ho qualche elemento in piu', e una possibilita' di cura che mi e' stata prospettata da uno specialista...ma non sono molto convinto.

Ho fatto una rmn, il responso e' questo, lo copioincollo:

DISLOCAZIONE ANTERIORE DEL DISCO A BOCCA CHIUSA, SIA A DX CHE A SX, CON
RICATTURA IN APERTURA.
Piccola incisura sulla superficie articolare del condilo mandibolare dx.

nel precedente consulto avevo omesso dei dettagli sulla mia attuale situazione: nell'arcata inferiore mi mancano due denti, credo siano il 35 e il 46, uno perso in seguito a una devitalizzazione andata male all'eta di 13 anni, l'altro mai nato. In conseguenza di cio', i denti dell'arcata inferiore si sono spostati, andando piu' o meno a compensare la mancanza. Non mi e' mai stato suggerito dai vari dentisti che ho cambiato nel corso degli anni di fare un impianto, ne che potessero a lungo andare crearmi dei problemi. Nell'arcata supertiore invece ho un affollamento: il 13 e il 23 sono spostati in fuori, cosi come il 21. Mi e' stato detto che il trauma ha soltanto accelerato un processo di scompenso dell'atm gia' in atto da tempo.

Le azioni che mi sono state proposte sono: mettere uno splint, ortodonzia per rimettere a posto la situazione, rimpiazzo delle unita' mancanti.

Sono rimasto un po' sconvolto...non pensavo che la situazione fosse cosi complessa. Mi spaventano: i tempi necessari per rimettere le cose in ordine; il dover mettere prima quello splint, e poi l'apparecchio (tradizionale, quello coi fili) che di certo non mi facilitera' ne la dizione ne i rapporti interpersonali...e non ho 15 anni, ne ho 33, al momento single, e sono gia' in psicoterapia da 4 anni per ansia sociale e depressione, e prima ancora sono stato in terapia farmacologica. Cioe', ho paura che intraprendere questa strada (obbligata?) possa riportarmi indietro dal punto di vista psicologico, a chiudermi ancora di piu'. E questa e' la cosa che mi terrorizza di piu', non e' una questione di disagio fisico. Insomma, non so' che fare.
E' possibile un'alternativa chirurgica? (la butto li, da profano).
Qualcos'altro?

Grazie in anticipo, cordiali saluti.


[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro signore la Sua situazione è piuttosto complessa. Sconsiglio vivamente di intraprendere terapie odontoiatriche per spostare i denti in presenza dolore e di stato ansioso. Prima deve risolvere il click e la situazione occlusale con un bite fatto bene. Non è facile fare il bite nella Sua situazione. Poi quando la situazione sarà ritornata quella di partenza potrà agire come meglio crede.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 302XXX

Grazie Dottore.
Alcune domande: ma il bite e' la stessa cosa dello splint? Da' fastidio in bocca, si nota dall'esterno? Va' tenuto 24h/24?
Una volta ristabilita la situazione di partenza e tolto il bite, se non si esegue nessuna azione correttiva con un apparecchio fisso la situazione puo' di nuovo peggiorare e tornare come ora? Ho sentito parlare di Invisalign, l'uso e' compatibile con situazioni complicate come la mia?
Saluti.

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Il bite è la stessa cosa dello splint.
Non da fastidio in bocca (dopo averci fatto l'abitudine).
Alcuni vanno tenuti 24 ore su 24, altri (più alti) possono essere tenuti solo durante il sonno (coloro che non sono d'accordo li fanno più bassi). Il colpo che Lei ha subito ha avuto effetti traumatici sull'articolazione temporo mandibolare, mica ha spostato i denti. Il bite riporterebbe la situazione allo stato prima. Che si ripresenti il dolore non è detto. In caso di situazioni complicate (come la Sua) io sconsiglio l'uso dell'Invisalign.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Dr. Dario Spinelli

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANTERAMO IN COLLE (BA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Anche io mi sento di consigliarle un approccio graduale con un primo passo costituito dal bite. Questo primo passo può anche essere l'ultimo e lei potrebbe ritenere soddisfacenti i risultati raggiunti con il solo utilizzo, anche notturno, del bite
Dr. Dario Spinelli
Odontoiatra Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
www.ortodonzia.bari.it
www.ildentistaperibambini.it

[#5] dopo  
Utente 302XXX

>@Dr. Tonlorenzi
>Il colpo che Lei ha subito ha avuto effetti traumatici >sull'articolazione temporo mandibolare, mica ha spostato i >denti. Il bite riporterebbe la situazione allo stato prima.

Ok...quindi non e' stata l'assenza dei due molari che nel corso degli anni ha provocato lo scompenso a livello dell'articolazione e il trauma ha dato solo il "colpo di grazia"?

Per quanto riguarda invece il lato puramente economico, per il lavoro dello splint mi e' stato proposto un preventivo da 2500 euro...non essendo assolutamente pratico di prezzi in questo campo volevo sapere se e' in linea, o se mi conviene non fermarmi al primo..

Grazie, cordiali saluti

[#6] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Probabilmente si il trauma ha dato il colpo di grazia, grosso trauma, grosso colpo di grazia. Non mi permetto di discutere il preventivo del collega, però provi a sentire anche altri.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
Carrara
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#7] dopo  
Utente 302XXX

Dottore, la ringrazio molto.
Cordiali saluti.