Utente 145XXX
Da circa 10 anni perdo i capelli e tutti i dermatologi mi hanno diagnosticato "defluvio" e mi hanno prescritto ogni genere di integratore (gli ultimi sono stati crinoderm, zinco ecc.) e innumerevoli lozioni (le ultime sono aloderm, jonicap urto, ecc.), senza risultati. Gli esami a cui sono stata sottoposta sono stati sempre, solo esami del sangue "normali" nessuna ricerca ormonale. Adesso sono radi soprattutto al vertice e sottilissimi, erano molto ricci "naturali" e adesso sono appena ondulati!!!. Durante la mia unica gravidanza (3 anni fa) ho comunque perso i capelli e dopo sempre di più. Mia mamma non soffre di questo disturbo ma mia sorella di 27 anni sì, mio fratello invece ha una chioma invidiabile. C'è il rischio che rimanga pelata? anche parzialmente (es. al vertice)? Non c'è nessun farmaco che fa ricrescere i capelli? Non migliorerò mai? Il "defluvio" non guarisce?


Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
"Defluvium capillorum" in latino vuol semplicemente dire caduta dei capelli!Andando pero' oltre alla genericita' della diagnosi,sembra di poter azzardare dalla sua descrizione,una alopecia androgenetica femminile.E' dunque utile eseguire esami diagnostici tra cui certo gli ormonali(tiroidei,ovarici,androgeni,etc)nonche' altri che il suo dermatologo certo potra' prescrivere(tricogramma,etc).In alcuni casi l'uso di antiandrogeni per uso orale,quando se ne verifica l'utilita' migliora molto la situazione.
Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 145XXX

Iscritto dal 2003
Che cosa è l'alopecia androgenetica femminile? Rischio di rimanere calva, anche parzialmente (al vertice).
Se il dermatologo riterrà opportuno prescrivermeli, gli antiandrogeni (che cosa sono?) faranno ricrescere i capelli o ne fermeranno solo la caduta? In che cosa consiste il tricogramma?
Grazie infinite per la risposta già data e per quella riterrà di darmi.
Laura
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.pz
le rispondo dopo il periodo di ferie,quindi con ritardo,e me ne scuso.
La patologia summenzionata e' abbastanza frequente ed e' lentamente progressiva se non curata.Pero' esami diagnostici e cure esistono.Ovviamente qualsiasi farmaco puo'aver successo solo su un follicolo ancora vitale;entrando in una metafora direi ...il moribondo si puo' salvare,il morto no!
Il tricogramma serve a contare,in percentuale ,il numero dei capelli in crescita(anagen),in quiescenza(catagen) e in caduta(telogen).
Ricordi che in questa patologia esiste una componente legata alla ereditarieta',non correggibile,ed una legata agli ormoni ,questa certamente correggibile.Gli antiandrogeni intervengono in questo punto,ripristinando auspicabilmente un normale ciclo del capello
Cordialita'