Utente 837XXX
EGREGI DOTTORI,
HO 21 ANNI E SOFFRO DI PROSTATITE CRONICA DA 4 ANNI. NELL'ULTIMA SPERMIOCOLTURA è RISULTATO LO STREPTOCOCCUS PNEUMONIAIE SENSIBILE ALL'AZITROMICINA.

HA FATTO UN PRIMO CICLO DA 4 COMPRESSE POI A DISTANZA DI 4 GIORNI AVREI DOVUTO FARNE UNO DA 3, SE NN CHè DOPO LA SECOND COMPRESSA MI SN RITORNATI I DISTURBI ERETTIVI ANTECEDENTI AL PRIMO CICLO E IL MEDICO MI HA DETTO DI SOSPENDERE IL FARMACO.


oRA PERò HO PAURA CHE I GERMI ABBIANO FAYTTO RESISTENZA AL FARMACO. é POSSIBILE O CI VOGLIONO ALTRE CIRCOSTANZE PER CREARE RESISTENZA AD UNA NTIBIOTICO COSì GIOVANE?
GRAZIE
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente, l'insuccesso dell'antibiotico nel trattamento della prostatite infettiva è legato ad altri problemi, come la difficoltà del farmaco ad arrivare nel sito, la durata della terapia che spesso viene interrotta dal malato poichè da qualche problema e più raramente la difficoltà ad identificare la vera causa del problema(la raccolta del seme è esposta sempre a contaminazione). Ad esempio lo pneumococco è un germe insolito per una prostatite, penserei addiritura ad un problema d'identificazione. Riguardo la resistenza in corso d'opera è molto rara nelle infezioni non nosocomiali ed è una prerogativa dei batteri gram negativi. Lo pneumococco sensibile ai macrolidi, e lo sono il 60% circa rimane sensibile agli stessi.
[#2] dopo  
Utente 837XXX

Iscritto dal 2005
Gentile dottore,
grazie per la risp, in effetti lo pneumococco nello sperma è anomalo, però la spermiocoltura l'avevo ripetuta due volte ed aveva dato lo stesso risultato. Dopo un ciclo di zitromax l'erezione tornò ok.


L'urologo che mi ha in cura, mi ha spiegato che non ha senso fare cicli antibiotici troppo protratti (anche perchè in passato già li feci), in quanto la mia patologia è chiamata sindorme del dolore pelvico cronico, ossia uno spasmo involontario del avimento pelvico, conseguente alla prostatite, fa in modo che oltre che io accusi i sintomi dolorosi,urinari e sessuali sia a volte vittima di un'infezion prostatica che avviene a causa dell'indebolimento della zona pelvica causata appunto dallo spasmo. In pratica la prostata è indebolita è si insediano germi saprofiti, che poco c'entrano con l'intestino(vedi pneumococco).


Cmq visto che non ha creato resistenza ai macrolidi, chiederò all'urologo se sarà il caso di fare un altro ciclo di zitromax.
grazie