Utente 117XXX
Buongiorno, volevo chiedere un informazione. Il 21/05/09 ho eseguito una coranografia a seguito di un elettrocardiogramma da sforzo positivo.
L'esame ha evidenziato una stenosi critica della DA, sottoposta ad angioplastica ed apposizione di stent medicato. La procedura è stata priva di complicazioni ed ora ho subito iniziato una terapia antiaggregante con cardioaspirina da 100mg, plavix da 75mg, torvast da 40 mg e lansox da 30mg.Dopo poco più di 15 giorni dall'angioplastica sento ancora del fastidio e alcuni dolori alla parte sx del petto e proprio oggi durante uno sbalzo di temperatura mi è venuto un dolore sempre localizzato alla parte sx del petto; senza irradiazione al braccio ma ben localizzato. Può essere stato un dolore intercostale o muscolare, è la gran paura e l'ansia che mi ripresenti un angina, può capitare che dopo un angioplastica si ripresenti una occlusione delle arterie.Grazie per la cortesia e la Vostra disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, l'occlusione di uno stent medicato è purtroppo una complicanza, sia pur a bassa probabilità, osservabile anche a breve distanza dalla procedura coronarografica. Una iniziale valutazione diagnostica non può prescindere almeno da un elettrocardiogramma,Purtroppo on line non è possibile darle ulteriori rassicurazioni.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la cortese risposta. Volevo aggiungere, nella mia descrizione me ne ero dimenticato, che ho eseguito (il 01/06/09) un elettrocardiogramma ed una verifica degli enzimi cardiaci in due determinazioni (a distanza di sei ore dal dolore avuto) ed i risultati sono sempre risultati nella norma.Proprio questa mattina ho ritirato gli esami del sangue di controllo, dopo 15giorni dall'angioplastica , e sono tutti nella norma.
Mi rendo conto di essere molto ansioso, ogni piccolo malessere lo imputo allo stent che mi è stato messo, ho paura che si muova o che magari si sia già formata un altra occlusione alle arterie,il mio cardiologo mi ha più volte rassicurato dicendomi che se ci fosse stato occlusione dello stent mi sarei subito accorto nei giorni seguenti l'intervento, ed in modo molto ma molto più importante. Penso che anche i farmaci che prendo siano motivo di questo mio malessere generale.
La ringrazio per la gentile risposta.
saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, le possibilità di mobilità dello stent sono pressocchè nulle come quelle di occlusione vista l'assenza di sintomatologia specifica e la negatività degli enzimi cardiaci. Stia tranquillo.
Saluti