Utente 205XXX
salve, vi scrivo in merito al mio ragazzo.purtroppo è da 10 anni che soffre di alopecia.tutto comincia dopo un grave incidente col motore, dopo un lungo periodo di stress emotivo cominciano a spuntare le prime chiazze in testa.cadono i capelli, poi dopo lozioni e medicine varie ricrescono.passa un'altro po' di tempo e ricadono.i medici attribuiscono la causa a stress.ad oggi putroppo la situazione è questa:ha molte chiazze sparse soprattutto davanti e questo gli provoca molto imbarazzo, tanto che alla fine vorrebbe tagliare a zero i capelli.lui applica ogni sera 1 particolare lozione. fino a qulache mese fa la situazione sembrava stesse migliorando....e ora invece è peggiorata da 1 mese circa.Vorrei sapere se ci sono altri tipi di medicinali da applicare e se è vero che dipende da stress nervoso.prima o poi ricresceranno tutti i capelli? vi ringrazio anticipatamente. rispondetemi al più presto.grazie mille.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Marcello Stante
28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
cara amica,
data la storia e la sommaria descrizione che fai probabilmente non si tratta della comune alopecia androgenetica ma di una forma autoimmune di alopecia: la alopecia areata. questa è una vera malattia autoimmune che colpisce non solo i capelli (anche barba e altri peli del corpo), ma può associarsi ad altre malattie autoimmuni della tiroide e della mucosa dello stomaco. lozioni o altri farmaci di tipo locale non funzionano troppo se non associati ad una terapia generale.
nella mia esperienza esistono alcuni segni che possono predire la buona o discreta effficacia della terapia, ma quasi sempre si migliora notevolmente.
data la natura della professione medica non sono autorizzato ad eseguire prescrizioni a distanza. abbia fiducia e si rivolga ad un buon dermatolgo della sua bella città. saluti
[#2] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo
28% attività
12% attualità
12% socialità
SCAFATI (SA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Egr. Sig.na da Palermo,
l'alopecia areata (a tutti nota come alopecia da stress) è un problema molto frequente e si presenta con un inestetismo tanto importante da rappresentare essa stessa un ulteriore fattore di stress. Provo a spiegarLe in termini semplici e un pò meno scientifici perchè tale alopecia è tanto frequente. L'alopecia areata si verifica a causa di un errore (quasi sempre temporaneo) del nostro sistema immunitario. L'errore consiste nel riconoscere in alcune zone del corpo (cuoio capelluto, oppure barba, oppure sopracciglia, etc) il follicolo pilifero come un qualcosa di estraneo. Pertanto il follicolo pilifero viene temporaneamente distrutto. Nella maggior parte dei casi tale errore viene riparato e la situazione si ripristina nel giro di qualche mese. Negli uomini adulti è frequentissimo osservarle ad esempio tra la barba. Nelle donne adulte in molti casi se ne accorge il parrucchiere per caso. Persino in molti bambini piccoli, alcune situazioni da stress come la riduzione di attenzione da parte dei genitori per la nascita di un altro fratellino, litigi familiari, la perdita improvvisa di una persona o di una cosa cara, possono scatenare queste situazioni. Chiamarla però alopecia da stress è un termine scientificamente non corretto e sicuramente riduttivo. Se fosse solo lo stress la causa di tutto questo... dovremmo avere tutti quanti noi l'alopecia... non trova? Però in alcune persone predisposte, un forte fattore scatenante (come ad esempio quella che Lei ha descritto per il Suo compagno) può rappresentare l'inizio di una lunga alopecia. Come sottolineato dal collega Dr. Marcello Stante, è importante consultare il Suo dermatologo di zona, perchè talora l'alopecia areata può essere associata ad altre malattie autoimmunitarie (es: tiroiditi, diabete giovanile, etc). Lo specialista Le farà fare uno screening per escludere l'associazione con altri problemi internistici. La posso però subito tranquillizzare che negli uomini tale associazione è poco frequente (nelle donne donne ad esempio è molto frequente l'associazione tra tiroidite, alopecia areata e vitiligine). Comunque il Suo dermatologo sicuramente provvederà ad uno screening... si tratta in effetti del solito prelievo di sangue da fare in qualsiasi laboratorio, con dei nomi degli esami un pò diversi rispetto al solito emocromo di routine. Nel caso in cui dagli esami eseguiti non dovessero emergere sorprese (molto probabile) le terapie saranno mirate solo all'inestetismo e con il tempo la situazione sarà risolta. Nella maggior parte dei casi, l'alopecia areata è un problema di lunga durata... ma alla fine risolve. Il fattore emotivo è però fondamentale... la prima cosa che il Suo dermatologo consiglierà al Suo compagno sarà quella di vivere il problema un pò come se nonci fosse... ed affrontare con serenità la terapia. Ho visto tante persone guarire da tale problema... dove la serenità personale e familiare hanno svolto un ruolo chiave. Vedrà che andrà tutto bene. In bocca al lupo e speriamo ben presto, come per moltissimi che hanno sofferto di tale fastidio... l'alopecia possa restare solo un lontano ricordo. Cordiali saluti.

Dott. Antonio DEL SORBO
Medico Chirurgo - Specialista in Dermatologia
Dott. di Ricerca in Dermatologia Sperimentale presso il Policlinico di Napoli
Corso Nazionale, 139 - 84018 Scafati (Salerno)
Email: antoniodelsorbo@libero.it - Sito internet: www.scafati.it
Telefono Studio Scafati: 081/8502377 - Cellulare: 338/6422985