Utente 118XXX
Gentilissimi medici, vi scrivo per un problema alla mano.
All’inizio di marzo ho iniziato ad avere fastidio al primo dito della mano dx. Avevo dolore e ho iniziato a notare una forma lievemente diversa tra le due mani. Dopo circa dieci giorni mi sono rivolta al pronto soccorso della mia città. Mi è stata diagnosticata una sublussazione e mi è stato detto che avrei dovuto portare la stessa per circa 15 gg.
Dopo i 15 giorni, ho rimosso la stecca. Il dolore non era passato e la forma del dito rimaneva abbastanza ambigua. Mi sono rivolta ad un ortopedico, il quale mi ha detto che avrei dovuto fare una settimana di riposo assoluto e prendere antinfiammatori per via orale e che molto probabilmente il problema si sarebbe risolto con questa procedura. A suo parere non si trattata di una sublussazione ma di una tendinite dovuta ad una eccessiva lassità dei tendini.
In effetti il dolore si è molto attenuato, ma il dito non è tornato nella sua posizione iniziale. Mi sono rivolta ad un fisiatra, il quale mi ha prescritto una terapia di dieci giorni: elettroterapia, terapia antalgica, laserterapia. Il dolore è quasi scomparso, ma è rimasta una posizione della mano abbastanza ambigua… Sono stata circa un mese a riposo.
Adesso il dolore mi torna solamente quando faccio “sforzi” (o meglio quando uso il dito): mando un sms, apro e chiudo una molletta ….
Durante le visite mi è stato chiesto quali attività svolgo: sono una studentessa (scrivevo moltissimo, adesso il dito me lo permette poco), pratico equitazione a livello amatoriale, a volte uso parecchio le mani per la preparazione di dolci…
Mi rivolgo a voi per chiedervi: guardando la lastra del pronto soccorso, vi pare che ci sia una sublussazione? A chi devo rivolgermi (ortopedico, chirurgo, centri specializzati …)? Inoltre, questo dolore può essere correlato ad un fastidio che avverto nella parte centrale della mano , in corrispondenza del terzo dito?
Grazie!!!!!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Busa
24% attività
0% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Egr. Utente,
innanzi tutto per poter fare diagnosi di sub-lussazione occorre poter osservare il pollice clinicamente e radiograficamente. In molti casi può essere utile una RX comparativa di entrambi i pollici nelle medesime proiezioni. Ha avuto traumi rilevanti? Se ciò non è avvenuto occorre capire bene la sede del dolore e vedere se è riferito a livello articolare o tendineo. E' presente lassità od instabilità?
In altre parole: una visita specialistica (Chirurgo della Mano) seguita da alcuni esami di imaging consentiranno di "fare diagnosi". La diagnosi è il punto di partenza per le varie opzioni terapeutiche. Trovo piuttosto difficile pensare che il dolore al palmo dipenda dal pollice!