Utente 226XXX
Buonasera ho 26 anni e sono diversi anni che noto alla base del glande dei puntini bianchi rialzati,non so se puntini sia il termine esatto!!attualmente mi sembrano anche aumentati spero che qualcuno può dirmi cosa sono.grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,
quei puntini da lei osservati, potrebbero essere le normali ghiandole poste al solco balano-prepuziale che producono lo smegma , quella secrezione biancastra che compare se non viene regolarmente detersa dal glande. Comunque ,approfitti di questo "problema", per consultare , se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia , come le signore consultano con una certa regolarità il loro ginecologo.
Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore 22695,

alla base del glande esistono in tutti i maschi, in maniera più o meno accentuata,delle formazioni papillari le "papule perlacee" che spesso vengono confuse con i condilomi ma che non rappresentano assolutamente una patologia.
Comunque, nel dubbio, sarebbe opportuno rivolgersi ad un medico che possa vedere direttamente il pene ed i "puntini"
cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
concordo completamente con i colleghi; questa è l'occasione di fare la sua prima visita Andrologica e far verificare a un esperto lo stato del suo apparato riproduttivo.

Un caro saluto
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
La situazione da Lei dichiarata è ascrivibile ad una "irsutiae coronae glandis" come detto quindi, delle ghiandole che tutti gli uomini posseggono proprio in quella zona, ma che in molti casi possono divenire più ipertrofiche e visibili.
non è una patologia e credo che il suo apparato riproduttivo non sia in pericolo.
Per ogni altro dubbio e per la certezza diagnostica, impossibile in tal sede le converrà in futuro consultare nella su città, direttamente lo Specialista deputato alla diagnosi delle patologie cutanee e mucosali che è il Dermatologo Venereologo.

Cari Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA
[#5] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gentile utente,
concordo con tutti i colleghi che mi hanno preceduto.
Il nome italiano di tali formazioni è irsutismo papillare del glande.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2006
ringrazio tutti i dottori che mi hanno risposto,e faccio i complimenti per questo sito di qualità e grande utilità.
[#7] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2006
ringrazio tutti i dottori che mi hanno risposto,e faccio i complimenti per questo sito di qualità e grande utilità.
[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
concordo in pieno con la precisa e professionalissima risposta del Collega LAINO.
Ne faccia tesoro.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#9] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
anch'io concordo con gli altri che mi hanno preceduto