Utente 116XXX
Gentili Dottori,
vorrei qualche consiglio in merito alle mie diverse patologie.
Dunque, a marzo e aprile 2009 ho avuto la pitiriasi rosea di Gibert, in forma acuta perchè estesa anche alle gambe, braccia e poco al viso.
In un'ulteriore visita effettuata inizio maggio, proprio per accertare la scomparsa delle chiazze della pitiriasi, mi sono stati diagnosticati i molluschi contagiosi, zona cosce-inguine.
Quindi da maggio a tutt'oggi sono ancora sotto osservazione per i molluschi, che li sto togliendo con una scadenza di 20 giorni a seduta, con il metodo del curettage e poi da mettere a casa per 5-6 giorni il Gentalyn (no beta) sulle ferite.
Contemporaneamente, nel mese di giugno, mi sono comparse delle piccole chiazze rosse su glutei, zona tra coscia e inguine, gambe e piedi, e in mezzo a queste chiazzette sono comparse delle piccole pustole di pus, che sotto suggerimento del dermatologo ho perforato con un ago, ed è uscito un pus giallo piuttosto denso.
Il problema è che da giugno a tutt'oggi queste chiazze sono rimaste, a volte mi prudono ancora, e specie quelle vicino all'inguine e al sedere, sono ancora gonfie e rosse.
Per quest'ultimo problema mi hanno dato diagnosi differenti, chi mi ha detto che si tratta di orticaria pustolosa da puntura di insetto e chi mi ha
detto che si tratta di follicolite. Fatto sta che ho provato a fare prima una terapia, poi un'altra, ma non ho avuto nessun risultato...
Per concludere, una settimana fa mi sono ricomparse due chiazze di pitiriasi rosea sulla schiena.
Quello che vi chiedo è:

- come mai dopo neanche tre mesi mi è tornata di nuovo la pitiriasi rosea di Gibet? è da preoccuparsi?

- possibile che nessun dermatologo da me consultato è riuscito a trovare una cura giusta per quelle chiazze pruriginose con pus? di che cosa si può trattare secondo voi? sarà sul serio follicolite? o altro?

- i molluschi continuano ad uscire ancora, sono passati tre mesi, che faccio, mi consigliate una terapia alternativa?

- secondo voi esiste una correlazione tra queste malattie e virus?

- mi sto preoccupando perchè ho paura di aver contratto qualche mallattia tipo HIV, oltre a terapie locali tipo creme, mi consigliate di fare le analisi del sangue, o qualche altra analisi specifica?

Scusate tutte queste domande, ma nel mio paese sono stata visitata da ben 3 dermatologici e non ho ancora avuto dei buoni risultati, sono più che sconfortata!

Aspetto vostre notizie, vi ringrazio di cuore.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof.ssa Elisa Cervadoro
28% attività
0% attualità
12% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
cercherò di rispondere in ordine:

1. Potrebbe essere ma molto molto raro...!E comunque non sarebbe da preoccuparsi data comunque la natura benigna autolimitante ( nel caso di Pitiriasis Rosea....anche se ho dei dubbi che sia attualmente questa.)

2.Nessuno ha fatto diagnosi e non pretendo di farla in tale sede senza visionare le lesioni: posso solo fare delle ipotesi: follicolite? potrebbe essere; Psoriasi pustolosa + a placche o guttata? potrebbe essere.
Si consiglia ulteriore visita Specialistica!!!!

3. Essendo virali l'incubazione è lunga e le recidive frequenti.Trattamento alternativo potrebbe essere la diatermocoagulazione o ( ma meno efficace per mia esperienza) crioterapia.

4. Direi una correlazione di no anche se si sospetta una ipotesi virale per la Pitiriasi Rosea ( che ribadisco il concetto non credo sia quella che lei ha ora in atto)

5.Semplice: le consiglio una visita dermatologica più approfondita che imposti tutta una serie di esamiematochimici con eventuelmente anche una biopsia qualora in sede di visita ne venga confermata la necessità.

6.Mi tenga informata
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille Prof.ssa Cervadoro, è stata molto gentile a rispondere con chiarezza alle mie tante domande!
Il problema è che nessun dermatologo mi ha parlato finora di esami ematochimici o biopsia, forsa sarà stata anche colpa mia perchè passando da un dermatologo a un altro (non trovando sollievo con le cure date) nessuno ha potuto constatare le strane evoluzioni nel tempo di queste patologie.
Oltre ai già tre dermatologi della asl consultati, ho provato anche a prendere appuntamento con altri due che hanno studi privati, ma sono tutti in ferie e non tornano prima della fine di agosto.
In poche parole non so cosa fare, addirittura mi sono rivolta al medico di famiglia per fargli vedere l'ultima macchia che mi è nata, e lui pensa che sia tinea corporis, ma come è possibile, io non ho nessun animale, non credo che il cane che abita al pian terreno del mio palazzo, anche se lascia tutti i peli sul tappeto del portone d'ingresso, mi abbia contagiata?
Prof.ssa Cervadoro la ringrazio di nuovo, e le mando cari saluti.
[#3] dopo  
Prof.ssa Elisa Cervadoro
28% attività
0% attualità
12% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Mi aggiorni su quello che deciderà di fare.Non credo proprio che sia tinea corporis neanche io.Ma mi faccia sapere.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
D'accordo le farò sapere senz'altro, appena saprò qualcosa di nuovo.
Arrivederci e buona giornata.
[#5] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Salve Prof.ssa Cervadoro,
in un'ulteriore visita effettuata, il dermatologo mi ha detto che si tratta di pitiriasi rosea, anche se mi sembra strano che dopo neanche tre mesi mi è tornata di nuovo, e per quanto riguarda quelle pustole con pus mi ha detto che si tratta di punture di insetto.
In poche parole mi ha prescritto solamente un antistaminico da prendere la sera, proverò anche questo, tanto le sto provando tutte. Spero almeno che serva per togliere l'infiammazione alle gambe, se davvero si tratta di allergia alla saliva e puntura di insetto.
Per il resto già lo so per esperienze passate, e cioè indossare indumenti di cotone, niente sole, e lavarsi non troppo frequentemente e con un sapone delicato. Io di solito uso il Dermodactine, è un sapone a base di olio d'oliva, va bene?
Grazie mille per la vostra disponibilità,
saluti
[#6] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera Prof.ssa Cervadoro,
le scrivo per aggiornarla sulla situazione.
Le chiazze di Pitiriasi rosea sono scomparse completamente dopo 40 giorni, quindi anche se è strano è vero, sono un caso raro, cioè anche se era molto strano che dopo 2-3 mesi era ricomparsa la pitiriasi, è stato proprio così! Altrimenti se era qualcos'altro non sarei guarita, giusto?
Gli antistaminici che prendevo per il prurito della pitiriasi rosea, non sono serviti a nulla per il pizzicore, ma almeno sono stati utili per quelle bollicine di pus che avevo sulle gambe, si sono completamente asciutte e chiuse, però mi sono rimaste delle chiazze scure, penso che col tempo torneranno del colore normale della mia pelle....
Ora mi è rimasto solo il problema dei molluschi, sono passati 5 mesi, sono diminuiti di numero, ma compaiono ancora..... Mi conviene proseguire con il curettage o è meglio la crioterapia?
Grazie e distinti saluti.
[#7] dopo  
Prof.ssa Elisa Cervadoro
28% attività
0% attualità
12% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Per i molluschi o curettage oppure Diatermocoagulazione.
Cordiali saluti