Utente 944XXX
Salve, sapreste darmi maggiori info riguardo questo esito? Ha avuto un precedente infarto.

ECOCARDIOGRAMMA COLOR-DOPPLER

Età 51

Ventricolo dx diametro TD (7-25) 21 mm
Setto I.V. spessore (6-11) 13 mm
Ventricolo sin.Diam. TD (<56) 49 mm
FE V. sin. >55% 48-50%
Parete posteriore spessore TD (6-11) 11 mm
Aorta diam.Radice (20-37) 34 mm
Atrio sin area < 16 cmq 17 cmq


ANALISI AL MONO-BIDIMENSIONALE

-Nei limiti le dimensioni endocavitarie del ventricolo sinistro che presenta incremento dello spessori del SIV.

-Acinesia della parete infero-posteriore, ipocinesia del terzo medio-distale del SIV posteriore ai limiti la funzione
di pompa del ventricolo sinistro.

-Nella norma le cavità di destra,lieve ingrandimento atriale sinistro.

-Lieve ispessimento dei lembi valvolari mitralici.

-Fibro-sclerosi della radice aortica, di normale diametria, con conservata escursione sistolica delle semilunari che
si presentano lievemente ispessite. Ai limiti la diametria dell'aorta ascendente (37 mm).

-Foglietti pericardici indenni da lesioni.


AL DOPPLER (p.w.e c.w.) ed al COLOR-DOPPLER

-Insufficienza mitralica e tricuspidalica lieve.

-Rapporto E/A < 1.


CONCLUSIONI

CARDIOPATIA ISCHEMICA CRONICA.

INSUFFICIENZA MITRALICA LIEVE.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
L'esame segnala la presenza di una porzione di cuore colpita da infarto ed in particolare quella inferoposteriore. Tale regione parrebbe non essere tanto estesa, poichè la capacità contrattile del cuore è solo lievemente ridotta.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 944XXX

Iscritto dal 2008
Si ha avuto un infarto in precedenza, ora in che condizioni è il cuore? Mi hanno detto che la pompa è al limite e il cuore è leggermente ingrossato. In giro ho letto che per l'ischemia c'è la morte. Come mi consigliate di comportarmi?

Molte grazie
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Come detto la capacità contrattile del cuore è solo lievemente ridotta, ma sarebbe utile , a discrezione del suo curante, valutare (dapprima con una visita cardiologica con ECG e poi con esami piu' particolareggiati) l'esatta situazione delle coronarie, per sapere se sono possibili ulteriori infarti.
Mi faccia sapere
[#4] dopo  
Utente 944XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo :)

Un altra cosa: cosa significa che la "pompa è al limite", un pò mi ha traumatizzato questo termine.

Quindi mi consiglia di fare un ECG, e come esami più nello specifico, a cosa si riferisce?

La ringrazio, una buona giornata.
[#5] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Vuol dire, come detto, che la "capacità di pompa" del suo cuore (ossia la capacità, contraendosi, di spingere fuori verso la periferia il sangue), è al limite inferiore della norma. Ossia è come avere il colesterolo a 180 mg/ml, con limiti normali che devono stare tra i 180 e i 200).
Buona giornata anche a lei.
[#6] dopo  
Utente 944XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio e mi scusi se continuo a tempestarla di domande:

Cioè cosa comporta avere "la pompa al limite", come posso risolvere, o comunque cosa mi consiglia di fare per migliorare la mia situazione?

Non ho ancora capito se mi trovo in una situazione grave o meno. Mi sono preoccupato leggendo sull'ischemia, che c'è pericolo di morte

Di nuovo, mi scusi per la rottura e mille grazie, se passo dal suo studio le offro un caffè :) e un grazie di cuore.
[#7] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo non riesco a trovare altre parole per spiegare il termine pompa al limite rispetto ai 4 tentativi precedenti.L'infarto che lei ha già subito ormai è fatto e la porzione di cuore morta con tale evento non si puo' recuperare.
Non è stato fatto nulla per valutare la condizione delle sue coronarie perchè se ci fosse un altro restringimento cronarico, ma non è detto che ci sia, lei risulterebbe potenzialmente rischio per un nuovo infarto. Per questo motivo ritengo utile eseguire ulteriori accertamenti come per esempio un test di ischemia ed eventualmente una coronarografia. Consiglierei anche nel frattempo una terapia medica associata, ma per questo deve essere sottoposto ad attenta visita cardiologica che non puo' essere eseguita per via telematica.
A disposizione per ulteriori consulti
[#8] dopo  
Utente 944XXX

Iscritto dal 2008
Ok molte grazie veramente. Vedrò di fare gli accertamenti.

Ci rivedremo di presenza per il caffè, se si trova in Sicilia glielo offro io, se mi trovo a Torino ci pensa Lei :)

Una buona giornata
[#9] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Guardi che ci conto....