Utente 125XXX
Salve, sono un ragazzo di 26 anni e circa due mesi fa ho sofferto di crisi di panico (almeno per i medici che ho consultato) provocate da dolori al petto ed al braccio sinistro, quindi una grossa paura che si potesse trattare di un problema cardiaco; con conseguente formicolio per tutto il corpo, pesantezza al petto, piccole vertigini, stato d'ansia, respiro pesante e cardiopalmo.

Dopo essersi verificato per un paio di volte nell'arco della stessa notte sono stato in pronto soccorso, elettrocardiogramma e cardio enzimi regolari.

In seguito ho effettuato un consulto con un gastroenterologo, dopo avergli esposto i suddetti sintomi, mi ha prescritto una cura di 15 gg per aiutare la digestione ed evitare un pò di reflusso gastroesofageo che avevo, ma davvero minimo. Ho anche effettuato un consulto presso un cardiologo che ha eseguito un ecocardiogramma. Questo ha evidenziato un mini rigurgito mitralico e tricuspidalico. Il suddetto cardiologo mi ha detto che non è necessaria alcuna cura ed alcun intervento, solo effettuare un ecocardiogramma ogni anno.
Proprio in questi giorni si sono ripresentati i dolori al petto ed al braccio con pesantezza al petto, respiro pesante, cardiopalmo ed uno stato d'ansia, per lo più si verifica sempre di notte ed anche lontano dai pasti.


A questo punto volevo altri pareri e soprattutto sapere se tutte queste cose possano essere collegate e che fare con i mini rigurgiti.
Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità.
Cordiali saluti.

Daniele

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Minime insufficienza mitraliche e tricuspidaliche sono reperti abbastanza comuni e non determinano sintomi, per cui posse ragionevolmente escludere la causa valvolare dei suoi sintomi.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dr. Tidu, a cosa pensa siano dovuti quei sintomi e che fare per quanto riguarda il rigurgito mitralico??
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Per il rigurgito mitralico nulla, per i suoi disturbi potrebbe essere utile valutare anche la componente ansiosa.
A disposizione per ulteriori consulti
[#4] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille.