Utente 947XXX
Gentili dermatologi, ho un quesito da porvi in attesa della visita specialistica: da qualche mese ho notato una caduta consistente di capelli. Ho dato la colpa allo stress (davvero molto intenso negli ultimi due anni) e alla sideremia bassa, e ho cercato di non dare troppo peso a questo sintomo che, in passato, ho avuto diverse altre volte e per svariati motivi (dalla radioiodio terapia alla dieta drastica, dallo stress ai problemi ormonali), ma dal quale sono sempre uscita indenne. Il mio dermatologo, infatti, ad ogni visita ha sempre ribadito che ho una buona densità di capelli, all’esame con la telecamera (non so come si chiama in termine tecnico) si sono evidenziati sempre i nuovi capelli che sostituivano quelli caduti, anche quando avevo la caduta androgeno-dipendente che, mi dicono, è irreversibile o quasi. Ultimamente si era affiancata alla caduta la mia solita dermatite seborroica, che aveva rafforzato l’ipotesi di una caduta da stress:avevo infatti una “patina” bianca e grassa su tutto il cuoio capelluto, oggi in decisa regressione grazie al ketomousse preshampo, prescrittomi qualche anno fa dal dermatologo.
Però stamattina il mio oculista, sospendendo la mia celeberrima terapia con il timololo, mi ha detto che questa caduta è, al 99%, collegata all’uso di questo farmaco…
…leggendo su un sito ben fatto riguardo i capelli (non pubblicitario,eh! : ) ho scoperto che la caduta da farmaci (tra i quali era menzionato anche il timololo) è un tipo “impressionante”, perché la mole di capelli persi spaventa, ma fortunatamente è reversibile (significa che i capelli ricrescono???????)e meno aggressiva di altre forme di caduta.
Ho una cisti ovarica, non ho più tiroide e paratiroidi ma gli esami sono tutti ok! Inoltre, fino a pochi mesi fa avevo una chioma invidiabile e non perdevo che le canoniche poche decine di capelli al giorno: io stessa mi stupivo della loro “salute”! Oggi se li lego, si vedono i solchi della pinzetta… soprattutto sulla tempia destra e sulla fronte. In attesa della fine delle ferie del mio dermatologo, ho deciso di chiedervi un consiglio: è possibile che la terapia a base di timololo, 1 goccia al giorno da sette mesi a questa parte, mi abbia causato questa perdita? Una goccina piccola piccola… sembrava così innocua… : ) inoltre, dato che dovrò farmi visitare da vicino, potreste indicarmi degli esami da fare per poter “stare tranquilla” riguardo la salute dei miei capelli? Sia da fare prima, come analisi ecc., sia da fare in loco (durante la visita ricordo solo l’ispezione con la telecamera). Sono donna, sono giovane e… ho dei capelli davvero troppo belli per perderli “così”!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
mi sembra alquanto strano che l'oculista possa aver imputato la sua perdita di capelli, sic et sempliciter , al timololo:
E' vero che questo beta bloccante viane assorbito e va a livello generale per una alta percentuale, ma non penso che si possa dire che gli effetti farmacologici di questo farmaco, ben presenti su cuore, vasi, pressione arteriosa, SNC, metabolismo, etc, pssano far ritenere che possa esistere un qualunque nesso di causalità con il suo problema.
La causa va comuque ricercata, e in parte vi sono suggerimenti dalla anamnesi, con altre indagini , ematochimiche, laboratoristiche e cliniche.
Tutto ciò va coordinato obbligatoriamente dal Dermatologo, che invito a contattare quanto prima.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 947XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo dottor Griselli, La ringrazio per la Sua celere risposta. In effetti credo anch'io che la causa sia da imputare ad uno squilibrio ormonale cui si è accavallato uno stress non indifferente. Però è capitato che ho sospeso il timololo (che cmq mi dava dei fastidi alla PA, ero sempre nervosa...) e contemporaneamente ho assunto il ciproterone acetato prescrittomi dall'endocrinologo per controllare quella maledetta cisti (secondo me va a finire che la eliminerò chirurgicamente!). Con questa terapia ho notato un buon miglioramento della situazione, che sta tornando alla normalità, e oltretutto i peletti che avevo non sono più ricresciuti (prima ero costretta a guardarmi allo specchio e spinzettarmi quotidianamente, oggi sono 15 giorni che la pinzetta riposa nell'armadietto!).
E secondo me pure i capelli stanno ricrescendo, perchè quando vado per raccoglierli e fare la coda sento una massa in crescita e non la "cor' 'e sorece" (coda di topo) di prima, e al tatto a volte sento "pungere", ma può essere anche una mia impressione/illusione! : )
Tutto ciò non toglie che andrò dal dermatologo appena torna dalle vacanze!
Una precisazione: non è che ho avuto il miracolo da un giorno all'altro, è che il messaggio di prima risale in realtà a quasi 15 gg fa, ma sono riuscita ad inviarlo a ferragosto!
Approfitto della Sua cortesia per chiederLe una cosa:
nel periodo della caduta e fino a qualche giorno fa (ultimo shampo) i miei capelli erano molto secchi, cosa stranissima perché sono sempre stati misti (grassi alla radice e poi normali, ma mai secchi), e si annodavano (sono ricci di natura, ma pettinabili) perdendo la loro elasticità. C'è un nesso con qualcuna delle probabili cause del mio problema? non so se posso dire cosa uso normalmente per lo shampoo, perché non sono farmaci e potrebbe essere considerata pubblicità.
La ringrazio ancora e Le auguro buona giornata!