Utente 561XXX
Egregi Dottori Salve,

Avrei qualche domanda da porvi e vi faccio un quadro della situazione.

Premetto che non soffro di bruciore di stomaco, ho uno stile di vita sano e faccio sport con regolarità.
Da circa 10 giorni mi si è presentato un fenomeno alquanto bizzarro, quando ingoio cibo ed in particolar modo i liquidi, avverto una leggera fitta proprio tra l'esofago e lo stomaco (mai dolore), passa qualche secondo e avverto la stessa fitta intensificarsi e propagarsi fino al torace destro, lato alto, tra clavicola e sterno. Non è molto dolorosa ma alquanto fastidiosa e di varia intensità, dura qualche minuto e poi sparisce. Stranamente la fitta è più intensa quando assumo liquidi che cibo e senza differenze di temperatura.
Martedì 5/09 scorso sono stato dal medico di base che mi ha dato una cura a base di Riopan e Lansoprazolo 15mg, con la quale, passati circa 5 giorni oltre ad un leggerissimo miglioramento non ha avuto particolare effetto.
Questo Lunedì 11/09, parlando con un amico di famiglia,( vecchio chirurgo in pensione), mi ha consigliato di prendere in maniera addizionale alla cura una compressa di Motilium da 10 mg la sera e la mattina per una settimana. Il miglioramento è stato estremamente evidente a partire da stesso la sera di lunedì, e ieri e oggi, dopo solo due giorni, il fastidio quasi non lo avverto proprio più, anzi riesco a percepire la facilità e la regolarità con la quale ingoio senza alcuna fitta o dolore o altro fastidio.

Stasera però ho preso la compressa con molto ritardo rispetto alle 12 ore consigliate, ho subito dopo cenato, e durante gli ultimi bocconi mi si è ripresentata la fitta, non forte come prima ma era praticamente da due giorni, fino a stasera che non l'avevo più percepita e la cosa mi ha molto turbato, poi, dopo qualche oretta, ho mangiato un po di frutta e tutto è sparito nuovamente.

Se potesse essere utile come informazione, una settimana prima del fastidio ho mangiato una pizza incandescente, era talmente calda che dal dolore in bocca l'ho ingoiata. Ho provato un forte dolore momentaneo ma poi niente più, sono stato bene per il resto della settimana, poi il sabato sono andato a mangiare fuori, ho mangiato male e ho avuto un leggero bruciore di stomaco e tra la domenica e il lunedì è incominciato il fastidio... Vi faccio presente questo aneddoto perché sono le uniche anomalie in merito che mi vengono in mente e mi rendo conto che potrebbero non avere nulla a che fare con l'evento.

1) Secondo voi di cosa potrebbe trattarsi? Dovrei preoccuparmi seriamente?

2) Se stasera appena prima di cena ho preso in ritardo la compressa di motilium e ho riavuto il fastidio, potrebbe dire che quando sospenderò il motilium allora il problema mi si potrebbe ripresentare come in partenza?

3) Che tipi di eventuali accertamenti mi consigliereste?

In attesa di un Vs. gentile riscontro porgo i miei più cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Potrebbe trattarsi di un'infiammazione dell'esofago (ustione alimentare ?) e sarebbe utile una gastroscopia.


Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 561XXX

Iscritto dal 2008
Salve, La ringrazio tanto per il suo consiglio professionale, ne parlerò sicuramente con il medico curante nella speranza che mi faccia la prescrizione di tale analisi.

Per quanto riguarda il fatto che avendo ritardato l'assunzione della compressa di motilium il problema mi si sia riaccennato cosa starebbe ad indicare secondo lei? Questo farmaco agisce solo da copertura al fastidio o è anche una cura?

Ammettendo che si possa trattare da esofagite da post ustione, parliamo di qualcosa che possa avere conseguenze importanti e/o richiede una lunga guarigione anche nonostante non soffro di bruciori di stomaco?

La ringrazio ancora per la pazienza e la Saluto

Fausto

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
il farmaco non guarisce ma favorisce lo svuotamento dello stomaco e è possibile parlare di previsioni se non viene fatta una diagnosi.
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it