Utente 276XXX
Salve.
Sono il marito di una signora (i dati di registrazione sono di mia moglie) molto preoccupato.
Nel 2009 ha subito una quadrantectomia al seno dx.
Nei controlli pre-chemio si sono evidenziate due coste interessate da secondarismi.
Dopo varie variazioni di cura (dal tamoxifene al femara e da Maggio il Faslodex) e varie sedute di radioterapa ina altre ossa via via interressate, il valore del CA15-3 è aumentato a 130 nel giro di tre mesi (prima era ben sotto alla soglia minima).
Anche i valori della GGT: 176 (comunque alto dopo la chemio, sempre intorno a 80), GOT 42, GPT44, piastrine 435, fibrinogeno 459 e sono saliti.
Di contrapposto l'emoglobina cala costantemente ( all'altroieri è 10.4) così l'MCV 77,MCH 23.3, HCT 35.1, globuli rossi sono pero 4.56 Milioni ed i bianchi 4.73 Mila.
La TAC, effettuata all'inizio di Ottobre, risulta pulita in ogni parte molle, se si eccettua una lieve nuova aureola sulla D2, che verrà trattata a giorni con la radioterapia (Cyberknife).
Il suo oncologo sembra non dare troppo peso alla cosa,che tale valore può salire anche per altri motivi (ha da più di un mese un bozzo dolorante al collo, a dx più o meno sulla fascia muscolare laterale posteriore, dalla eco non si capisce, la TAC è negativa), anche se ha detto che verrà tenuto sotto controllo tale marcatore per poi eventualmente proseguire con ulteriori esami (una PET? mai fatta prima peraltro).
Posso rilassarmi un po' o devo continuare a preoccuparmi?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Condivido quanto Le ha spiegato l'oncologo che il dato dell'incremento dei marcatori va monitorato non escludendo la possibilità di un falso positivo nel senso che i valori possono innalzarsi anche per cause NON tumorali.

http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/75-marcatori-tumorali-tumor-markers.html
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com