Abbiamo il piacere di presentare il nostro nuovo Lavoro sul Lichen scleroatrofico, appena pubblicato sull'importante Rivista Scientifica Global Dermatology.

Nel lavoro scientifico (un open source basato sulla condivisione integrale e gratuita dei contenuti) è stata valutata in due gruppi di pazienti affetti da Lichen scleroatrofico (o sclerosus), ed aventi un quadro di severità omogeneo secondo standard valutativi (IGA e DLQI) l'efficica di una terapia di tipo multi-dimensionale, rispetto ad un approccio basato su una monoterapia.

I risultati hanno evidenziato come la terapia multi-dimensionale (basata su un approccio dermochirurgico conservativo, microinfiltrativo rigenerativo e topico) sia significativamente più efficace rispetto ad un approccio terapeutico monoterapico di tipo steroideo.

La chiave di volta di questo nostro lavoro, futto di anni di esperienza su questa malattia tipica dei genitali maschili e femminili e che può colpire in ogni fascia di età è basato su di un interpretazione selettiva di ogni singolo caso:

non esiste a nostro avviso un paziente con Lichen scleroatrofico uguale ad un altro: esiste piuttosto una serie di fattori e co-fattori spesso indipendenti fra loro, in grado di concorrere in modo diversificato all'insorgenza, all'esacerbazione, al mantenimento o alla ripresentazione della malattia.

Quando si comprende questo aspetto nel Lichen, si può sicuramente approcciare - meglio se in modo diversificato - la terapia più idonea.

 

Fonte:

 
Approfondimenti: