E' stato presentanto nei giorni scorsi a Las Vegas durante i Subspeciality Day AAO 2015, e stamattina a tutto il congresso dell'

American Academy of Ophthalmology 2015 un interessante lavoro di ricerca condotto a Roma da Luca Gualdi e collaboratori riguardo all’OCUFIT, 

uno strumento innovativo inventato dal medico oculista catanese Massimo Filippello.

Ocufit promette di essere la nuova terapia rivoluzionaria che eviterà o ritarderà insorgere della Presbiopia: la difficoltà di accomodazione da vicino che si viene a creare fisiologicamente dopo i 40 anni.

Ocufit di fatto e’ un elettrostimolatore del Corpo Ciliare.
Il corpo ciliare e’ formato da un apparato muscolare complesso e ci permette di accomodare, cioe’ di vedere bene a tutte le distanze: una specie di autofocus che abbiamo incorporato dalla nascita.

Quindi mano a mano che andiamo avanti con l’età il Cristallino (la lente che abbiamo nell’occhio) si irrigidisce e noi riduciamo la nostra accomodazione.
I muscoli ciliari si affaticano e quando sono affaticati smettono di contrarsi o si comportano in maniera meno performante.

Quindi che facciamo: rianimiamo il Corpo Ciliare con una bella scossa e da qui ecco l’elettrostimolazione.
Niente di preoccupante. Nessuna scena da Frankstein Junior.
Si applica semplicemente una lente a contatto morbida che ha al suo interno degli elettrodi e questi emettono delle microscosse che riattivano il muscolo ciliare assopito.

   

Funziona?

Luca Gualdi, che ha avuto la possibilità di studiare a lungo lo strumento promette di SI.
E gli Americani credono nella bontà del suo lavoro, per questo l’hanno invitato a presentare in due sessioni l’invezione del dottor Massimo Filippello, commercializzata nel Mondo grazie ad una Azienda Italiana (OOGROUP-SOOFT).

La terapia con Ocufit e’ indicata a persone che vedono bene da lontano e che hanno o iniziano ad avere difficoltà da vicino: cioè emmetropia+ presbiopia o con un lieve vizio di rifrazione (fino ad 1 diottria).

 

Avvertenze

L’età di applicazione dell’Ocufit e’ tra i 40 ed i 50 anni, in persone che non abbiano già fatto intervento di cataratta.
Vengono escluse dal trattamento le persone che assumono farmaci ad azione atropino simile.

 

Controndicazioni

  • Portatori di Pacemaker,
  • Epilessia,
  • Alterazioni e disturbi del ritmo cardiaco,
  • Patologie croniche del segmento anteriore,
  • Infezioni oculari,
  • Impianti intraoculari.

La tecnica di applicazione dell’ elettrostimolazione con Ocufit si svolge in pochi minuti, 

con il solo uso di un collirio anestetico.

Vanno fatti 2 trattamenti nel primo mese ed 1 di mantenimento ogni mese. 

Le prospettive sono molto buone... 

Incrociamo le dita.... non prima di aver ancora una volta applaudito alla genialita' Italiana.

 

                                 MEDICITALIA: I NOSTRI OCULISTI A LAS VEGAS (AAO 2015)

Ulteriori informazioni:

 

Disclosure: l'autore non ha alcun interesse commerciale con OOGROUP - SOOFT nè con OCUFIT.