Chi lo fa per amore, chi per trasgressione, chi per soldi, chi addirittura per morire...

A quanto pare si può fare l'amore anche per cercare la morte.

"Bugchasing": una parola apparentemente innocente ma in realtà molto inquietante.
Questo termine ereditato dall'inglese rappresenta una moda, una sorta di modo di vivere che obbliga alla ricerca, quasi spasmodica, di un partner sieropositivo con il quale avere rapporti sessuali, al fine di contrarre l'Hiv.

  • Fantasie suicidarie?
  • Fascino del proibito?
  • Nuove emozioni?
  • Una nuova perversione?
  • Masochismo sessuale?
  • Una sorta di sfida della morte?
  • Una strategia malsana per esorcizzare la paura delle malattie?
  • Una roulette russa?
  • Cosa cela il Bugchasing?


Grazie ad una delle tante trasmissioni mandate in onda su Italia 1- Le Iene- la Polizia postale dell'Emilia Romagna ha trovato i “gift givers”, ovvero le persone sieropositive disposte ad infettarne altre.
Questo è ovviamente un reato gravissimo di tentate lesioni e di omicidio.
Chi pratica il bugchasing cerca quindi persone sieropositive per avere rapporti sessuali non protetti ed effettuare la sieroconversione; i gift givers - gli atipici donatori- sono invece i partners sieropositivi che consentono ai bug chasers d'infettarsi col virus dell'HIV.
Grazie a queste indagini é stato così chiuso il sito internet www.bugchaserspersonals.com, ed è stato segnalato un gruppo che dal 2012 offre la possibilità, per chi lo desiderasse, di contrarre l'AIDS tramite il "bugchasing".

 Note cliniche

L'ambito della sessualità, a quanto pare, non finisce mai di stupirci ed inorridirci.
Nel nostro immaginario, anche il più trasgressivo, non avremmo mai rappresentato un simile, possibile scenario.
La sessualità si presta ad infinite declinazioni, trasgressioni e perversioni, ma immaginare di cercare “partners portatori di Hiv” sembra veramente l'ultima frontiera dell'illecito.
Dalla sessualità vissuta all'insegna dell'amore e della passione alla sessualità mercenaria, fino ad arrivare a chi fantastica uno stupro per deresponsabilizzarsi dal piacere, chi invece ama essere sottomesso o dominare, ma la ricerca della morte- se non una morte per amore- nei nostri studi clinici, non l'avevamo ancora incontrata.

Riflessioni
Eros e Thamatos, sono strettamente connessi ad “amore e morte” e non possono essere letti e compresi in maniera disgiunta l'uno dall'altro.
La pulsione di vita, viene affiancata da una pulsione di morte: dal greco thanatos.
Le due pulsioni sono presenti contemporaneamente in ogni uomo.

La pulsione di morte sarebbe quindi indirizzata alla liberazione totale di tutti gli impulsi vitali, una sorta di sabotaggio al piacere.
Eros e Thanatos scandiscono la dimensione psichica e biologica di ogni essere vivente.
Sigmund Freud, nella teoria economico-energetica, le individuò sin dall'inizio dei suoi studi e notò come il comportamento dell'uomo è regolamentato dal loro alternarsi, che trattasi di un agire costruttivo o distruttivo.
Con il termine eros sono designate le pulsioni di vita sostenute e nutrite dal desiderio, fra cui le pulsioni sessuali e le pulsioni di autoconservazione, mentre con il termine thanatos si definiscono le pulsioni di morte.
Tutto questo avviene secondo un "principio di circolarità", all’interno del quale si inserisce la sessualità.
La pulsione distruttiva, cioè di morte, è quella che regolamenta questa "insolita pratica erotica".

Conclusioni
Come ben sappiamo le "mode" che si intrecciano con la sfera del piacere, come il vampirismo ed altri fenomeni altrettanto destabilizzanti e pericolosi, andrebbero prevenuti più che combattuti.
Insegnare ai giovani, fin dai primi banchi di scuola, ad associare la poliedrica sfera della sessualità all'amore, al coinvolgimento ed alle più segrete geografie interiori, significa garantire loro un "futuro sessuale" il più possibile immune da pericoli, malattie e morte.
L'educazione all'affettivita ed alla sessualità è quel lento ma continuo processo interiore che insegna l'alfabetizzazione sessuale e che facilita il proliferare di una sessualità sana, rispettosa di sé e degli altri, e perché no, anche trasgressiva, ma lontana da pericoli per la propria ed altrui salute.  

Fonte: http://www.ilgiornale.it/news/cronache/offrono-sesso-contrarre-hiv-procura-apre-inchiesta-su-1079295.html