Laser in dermatologia: i "gold standard"

Dr. Giampiero GriselliData pubblicazione: 20 marzo 2014Ultimo aggiornamento: 09 aprile 2014

Per molte persone differenziare tra i diversi tipi di laser utilizzati in medicina, chirurgia, e in particolare in dermatologia, è difficile. Il laser è... il LASER!

E invece se ne usano molti, con differenti caratteristiche, e quindi differenti sorgenti e lunghezze d'onda.

Questo perchè è impossibile trattare tutte le lesioni con un  unico macchinario, per quanto versatile possa essere.

Quindi ad ogni problema... potrà corrispondere il macchinario laser più adatto!

Quello  più ideale di volta in volta per le varie lesioni specifiche, convenzionalmente, è stato premiato con il titolo di "gold standard".

Obiettivamente si deve ammettere che per alcuni "podi" il dibattito è aperto,perchè la differenza con i "secondi in classifica" talvolta è assai minima in termini di efficacia e sicurezza.

Possiamo comunque fare alcuni esempi:

  • Macchie scure cutanee e tatuaggi: laser Nd-Yag q switch (2 e 4 lunghezze)
  • Cicatrici post acneiche, ablativo, e resurfacing: Co2 frazionato
  • Lesioni vascolari e angiomi: Nd Yag impulso lungo, laser a coloranti
  • Per la depilazione il podio sembra conteso tra laser a diodo, alessandrite, Ndyag, IPL (anche se non si tratta di laser).

Ma in generale possiamo dire che la classifica sembra spesso magmatica, e in ogni caso strettamente dipendente dalla esperienza ed abilità dell'operatore.

 

Autore

giampierogriselli
Dr. Giampiero Griselli Dermatologo, Medico estetico

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1990 presso bologna.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Ferrara tesserino n° 3231.

8 commenti

#1
Dr. Armando Ponzi
Dr. Armando Ponzi

Dell'Erbium per le macchie scure, che ne pensi?
NdYag, sicuramente primo su vascolare e angiomi, ma sulla depilazione?

#2
Dr. Giampiero Griselli
Dr. Giampiero Griselli

Sul NdYag siamo ancora influenzati dalla valanga di letteratura sulla depilazione su cute scura , vedi quanto se ne e'parlato all'ultimo convegno indiano,ma concordo che per noi ci potrebbe essere di meglio , o più che altro di più veloce (vedi gli ultimi diodi).
Per lentigo e melasma sicuramente faccio sempre di più il qs perché mi mette più al riparo da possibili esiti ; ma non nego di aver fatto ottimamente macchie pigmentarie con un CO2 frazionato

#3
Utente 143XXX
Utente 143XXX

Salve, vorrei sapere se è possibile che la luce pulsata abbia potuto rompermi o dilatarmi qualche capillare, poiché ho notato che sotto il mento ,a distanza di 4 giorni dalla seduta ( faccio una seduta ogni 15 giorni ) sono comparse delle macchioline di sangue senza pero' essermi in alcun modo graffiata. Faccio da anni sedute di luce pulsata in quella zona e non era mai successo , potrebbe esser dovuto al fatto che per adesso ho incrementato la frequenza facendola ogni 15 giorni? Ho sempre saputo che la luce pulsata anzi curava i capillari fragili , nno certo che li provocasse. E' consigliabile continuare con le sedute dopo che la macchia si sia riassorbita? Sto tentando ogni 15 giorni , perché vorrei cercare di beccare i peli in fase anagen. Grazie per l attenzione .

#4
Dr. Giampiero Griselli
Dr. Giampiero Griselli

Se vuole "beccare" i peli in anagen 15 gg mi sembra comunque poco.Per il resto questi piccoli effetti collaterali temporanei possono starci.
Cordialità

#5
Utente 143XXX
Utente 143XXX

Grazie mille per la sollecitudine . Un ultima domanda : una volta aspettata la normalizzazione e quindi il riassorbimento di questa macchiolina di sangue, posso riprendere le sedute con la luce pulsata proprio in quei punti o questo è un campanello d allarme per cui dovrei evitare? Certo sospendere proprio e tenermi i peli sul viso non sarebbe il massimo ....

#6
Dr. Giampiero Griselli
Dr. Giampiero Griselli

Con le dovute attenzioni si potrà senz'altro procedere.
Cordialità

#7
Utente 143XXX
Utente 143XXX

Mi ricollego a questo post che ho commentato alcuni mesi fa per chiedere se è utile fare le sedute di luce pulsata durante il ciclo mestruale ( dato che ho sempre saputo che la depilazione effettuata durante il ciclo ,a causa del crollo degli ormoni,dura di piu ), o se, trattandosi di un metodo di depilazione un po diverso( dato che il pelo non viene estirpato la bruciato e cade dopo un po' di tempo ) , non importa la fase del ciclo in cui viene effettuata. Grazie

#8
Utente 446XXX
Utente 446XXX

Salve dottore, ho appena letto il suo articolo riguardo ai vari tipi di laser. Un mese fa ho trattato macchie solari con laser q switched nd yag e al di là del rossore ancora persistente, mi sono accorta che all’interno delle zone trattate (alcune sono piuttosto estese) sono comparse delle piccole macchioline più chiare come fossero cicatrici piane. potrebbe essere un effetto collaterale del laser? Se così è risolvibile? Grazie

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche laser 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Dermatologia e venereologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contenuti correlati