colesterolo

Farmaci anticolesterolo: le statine non sono "tossiche"

Prof. Alfonso BelliaData pubblicazione: 31 luglio 2018Ultimo aggiornamento: 25 febbraio 2021

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa

Il titolo di questa nota contiene volutamente un’esagerazione, ma è capitato spesso di visitare pazienti che rifiutavano di assumere questi farmaci per abbassare il colesterolo, pur avendone l’indicazione terapeutica, perché preoccupati dei potenziali effetti collaterali. I farmaci in questione sono, soprattutto, le cosiddette statine.

Cosa sono le statine?

Si tratta di una famiglia di molecole, utilizzate ormai da più di 20 anni, che riducono la sintesi di colesterolo nel fegato e abbassano la concentrazione nel sangue di colesterolo LDL, il cosiddetto colesterolo "cattivo", ovvero quello in grado di danneggiare le arterie promuovendo l’aterosclerosi.

aterosclerosi colesterolo ldl

I benefici di questi farmaci nel ridurre il rischio di infarto del miocardio, e più in generale la mortalità, sono largamente confermati dalla letteratura scientifica e in diverse tipologie di pazienti, soprattutto quelli a maggior rischio di malattie cardiovascolari.

Perché allora molte persone vivono quasi come una condanna la prescrizione da parte del medico di una statina come cura per il colesterolo? Certamente non perché si tratta di farmaci "tossici", bensì per la potenzialità di alcuni effetti collaterali che spesso ne limitano l’utilizzo.

Quali sono gli effetti collaterali delle statine?

È bene a questo punto ricordare che l’unico effetto collaterale delle statine che abbia una certa rilevanza è il risentimento muscolare, tipicamente agli arti inferiori, specie alle cosce, e spesso associato all’aumento nel sangue di un particolare enzima (la creatinfosfochinasi). 

Si tratta di un effetto collaterale infrequente (nella gran parte dei trial clinici l’incidenza non supera il 5% annuo), dipendente dalla potenza della molecola usata e dal suo dosaggio, ma di facile riconoscimento e soprattutto regressione alla sospensione del farmaco.

Il fenomeno è tuttavia molto sovrastimato e le osservazioni dalla pratica clinica riportano che molte persone sospendono la terapia in maniera ingiustificata, a volte anche solo per un banale mal di schiena, senza che venga accertato un reale rapporto causa-effetto con l’assunzione del farmaco.

Tutti coloro che hanno il colesterolo alto devono assumere le statine?

Le statine non vengono prescritte a chiunque abbia il colesterolo alto, ma dipende dall’entità del problema e dal rischio individuale di avere in futuro una malattia cardiovascolare.

Volendo proporre due estremi, un conto è una donna in età menopausale (durante la quale un lieve aumento dei valori di colesterolo è da considerare quasi “fisiologico”), non fumatrice e senza altri fattori di rischio, cui potremmo anche consigliare rimedi non farmacologici per abbassare il colesterolo in aggiunta all’attenzione all’alimentazione e all’attività fisica; un conto ben diverso è chi ha avuto un problema cardiaco, magari in aggiunta a diabete e ipertensione arteriosa, in cui la riduzione farmacologica dei livelli di colesterolo LDL ha dimostrato indiscutibilmente di allungare l’attesa di vita.

Meglio quindi evitare di fare di tutta l’erba un fascio e cedere ai luoghi comuni, preferendo discutere il proprio caso con uno specialista che meriti la nostra fiducia.


Autore

abellia
Prof. Alfonso Bellia Endocrinologo, Diabetologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2000 presso Università di Palermo.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Palermo tesserino n° 12729.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche colesterolo 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Endocrinologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Altro su "Colesterolo"