Il nodo alla gola

Dr. Felice CosentinoData pubblicazione: 02 ottobre 2011Ultimo aggiornamento: 17 ottobre 2011

Il “nodo alla gola” non è soltanto il titolo di un famoso film di Aldred  Hitchcock del 1948 (il suo primo film a colori !), ma anche  un sintomo che porta molti pazienti a rivolgersi preferenzialmente al gastroenterologo per il dubbio che si possa trattare di qualcosa di “molto serio” alla gola o all'esofago. Il paziente tipico è spesso di sesso femminile, giovane e con problematiche psicosociali. Il sintomo riferito è una fastidiosa sensazione di ostruzione faringea, come se una massa o un qualcosa in gola rendesse difficile la deglutizione e la respirazione. Tale sindrome è conosciuta in medicina con il nome di “bolo isterico” in quanto all’esame clinico non viene evidenziata alcuna patologia responsabile di tale disturbo.

Tale problematica viene molto bene espressa nel seguente colloquio con una giovane paziente.

 

“ …. Dottore ho 25 anni e sono, come si dice, sana come un pesce, ma da circa 6 mesi ho la sensazione persistente di un “nodo alla gola”. Questo fastidio lo sento durante la giornata mentre la notte dormo tranquillamente, ma non appena mi alzo dal letto ecco che il fastidio si ripresenta. E’ come se avessi l’esofago chiuso all’altezza del pomo d’Adamo, come se avessi un qualcosa che mi stringe il collo e che  comprime l’esofago. Non ho problemi di bruciore, né difficoltà a digerire. Anzi quando mangio il disturbo sembra sparire per ripresentarsi subito dopo. Ho fatto una visita dall’otorino,un gastroscopia, un’ecografia alla tiroide. Tutto negativo.

Ho un buon lavoro, stabile, ma che  comincia a non essere più sicuro come tanti anni fa. Stiamo inoltre ristrutturando la casa, ma i lavori vanno a rilento per problemi amministrativi. Sono angosciata e in più ho qualche problema con mio marito negli ultimi tempi. Tale disturbo non è invalidante, ma è un fastidio continuo che mi mette tanta ansia.  E’ qualcosa di grave ? Oppure, come penso, è l’ansia che mi fa venire il “nodo alla gola” ? ….”

La paziente ha il dubbio che possa avere un “qualcosa di grave”, ma è più convinta che possa trattarsi di un problema legato all’ansia. In effetti, nel caso esposto, e dopo aver escluso delle malattie con gli accertamenti clinici, la diagnosi è stata di disturbo funzionale legato all’ansia.

 

La diagnosi di “bolo isterico” è una diagnosi di esclusione, nel senso che può essere sostenuta solo dopo aver escluso una vera malattia.

Di fronte ad un paziente con tale sintomo il medico non deve mai “banalizzare” il disturbo ed etichettarlo immediatamente come “bolo isterico”,  ma si rendono necessari un’accurata anamnesi ed eventuali accertamenti clinici atti ad escludere delle patologie organiche che possano mascherare il disturbo funzionale.  Un errore di valutazione, con il ritardo di una vera malattia, potrebbe avere conseguenze irrimediabili per il paziente. Inoltre, è importante che il medico “dimostri” al paziente l’inconsistenza dei suoi dubbi sulla presenza di una vera malattia altrimenti potremmo esporre il paziente psicopatologico al rischio di : assumere farmaci in modo perenne che il medico ha prescritto per un periodo di prova limitato; richiedere continui accertamenti diagnostici (indagini endoscopiche, ecc); richiedere continui ed immotivati ricoveri ospedalieri; richiedere insistentemente un intervento chirurgico per una patologia (ernia iatale, ad esempio) che reputa essere causa del sintomo.

 

La valutazione medica deve, quindi, escludere le malattie che possono essere responsabili di una “vera” disfagia.

Per disfagia si intende quella sensazione di ostacolo/difficoltà al passaggio del bolo alimentare lungo il decorso dell’esofago; essa viene distinta in  disfagia oro-faringea  e disfagia esofagea. La disfagia oro-faringea è legata ad un disturbo della deglutizione per cui il cibo invece di andare interamente in esofago resta in parte in bocca e in parte passa nelle vie aeree. Tale disfagia richiede in genere una valutazione neurologica in quanto legata ad encefalopatia multifattoriale, morbo di Parkinson, sclerosi multipla, sclerosi laterale amiotrofica, Sindrome di Guillan-Barrè, miastenia gravis, ecc..

 

La disfagia esofagea, di pertinenza gastroenterologica, consiste nella difficoltà del transito del cibo dall’esofago allo stomaco, una volta che  il bolo sia stato correttamente  trasferito dall’orofaringe all’esofago. La disfagia esofagea  può essere determinata da patologie della mucosa/parete esofagea (esofagite/stenosi da reflusso, anelli mucosi e muscolari, lesioni da caustici, esiti di radioterapia, diverticoli, esofagiti infettive, tumori), da patologie del mediastino (tumori, patologie infettive, patologie vascolari); patologie motorie, ossia legate alla muscolatura ed all’innervazione esofagea (acalasia, sclerodermia, altri disordini della motilità, alterazioni cicatriziali post-chirurgiche o dopo trattamenti endoscopici).

Il medico specialista, a seguito dell’accurata anamnesi, può decidere la strategia diagnostica avendo a disposizione differenti procedure per la valutazione del tratto faringo-esofago-gastrico: studio radiologico con bario, esofago-gastro-duodenoscopia, pH-mano-impedenzometria esofagea. Ovviamente, in caso di una sospetta patologia del tratto faringo-laringeo è opportuno procedere con una preliminare valutazione otorinolaringoiatrica.

Un volta avuto il responso negativo dagli accertamenti diagnostici, bisogna assolutamente far capire al paziente la causa funzionale del suo disturbo ed indirizzarlo ad un trattamento psicologico/psichiatrico se il disturbo dovesse persistere. Bisogna, inoltre, fargli capire l’inutilità di girare da uno specialista all’altro e questo per evitare anche la cronicizzazione del disturbo funzionale con difficoltà al trattamento definitivo.

 

Per approfondire:

Quando il corpo va in ansia: i sintomi fisici dei Disturbi d’Ansia (Dott.ssa Flavia Massaro)

https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1064-quando-il-corpo-va-in-ansia-i-sintomi-fisici-dei-disturbi-d-ansia.html

 

Autore

felice.cosentino
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1974 presso Università di Padova.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Milano tesserino n° 24617.

72 commenti

#42
Utente 351XXX
Utente 351XXX

Salve, ho un problema di reflusso gastroesofageo da circa due 4 anni, assumo lansox orodispersibile da 30 mg da circa un anno comincio a soffrire di iinapettenza con muchi continui in gola che non mi consentono più di deglutire e mangiare regolarmente se non cose frullate....non riesco più a mangiare mi Sa dare un consiglio....grazie mille

#43
Utente 351XXX
Utente 351XXX

Salve, soffro di un reflusso gastroesofageo da circa 5 anni , assumo regolarmente lansox orodispersibile da 30 mg, da circa un anno comincio a soffrire di continui muchi alla gola, tosse stizzosa, e difficoltà a deglutire, mangio tutto frullato da circa 1o giorni perché non facevo che affogarmi regolarmente, ho rifatto gastroscopia una settimana fa e non è risultato niente di rilevante se non io il mio solito reflusso! ho continui vuoti e dolori allo stomaco, mi è stato prescritto levopraid 15 gocce prima dei pasti....grazie mille

#44
Dr. Edoardo Bernkopf
Dr. Edoardo Bernkopf

Gentile Paziente, il reflusso gastro esofageo (GER) é patologia di competenza gastroenterologica, e mi pare lei sia già adeguatamente seguito.
Tuttavia mi incuriosisce , nel suo racconto, la presenza di problemi deglutitori e di todsse cronica, anche se quest'ultima è effettivamente un tipico sintomo del GER.
Le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito, agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1315-il-reflusso-gastro-esofageo-notturno-attenti-al-russare-e-all-apnea.html

www.studiober.com/pdf/Tosse_Medico_Pediatra.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

#45
Dr. Felice Cosentino
Dr. Felice Cosentino

La sintomatologia riferita deve essere valutata con uno studio radiologico della deglutizione e del tratto esofageo. Ne parli con il suo medico o con il gastroentereologo.

Saluti

#49
Utente 374XXX
Utente 374XXX

Salve dottore io soffro di reflusso gastroesofageo da 8anni fatte 3 gastroscopie e l ultima con biopsia Xo da poco tempo mi sento questo modo in gola e poi ho pure il colon irritabile che mi provoca bruciore alla pancia proprio sotto l'ombelico però a me mi fa paura quella sensazione che nn riesco a respirare e mi provoca giramenti di testa ho fatto pure la visita allotorino e ho un deficit al lambirinto ma il fatto del soffocamento ho tanta paura che può essere

#50
Dr. Edoardo Bernkopf
Dr. Edoardo Bernkopf

Gentile Paziente, questo è un blog, inadatto a rispondere a quesito come il suo (anche se a volte succede). Le consiglio di postare il suo quesito nella sezione di Gastroenterologia di questo sito: avrà tutte le risposte che richiede. Cordiali saluti

#51
Utente 353XXX
Utente 353XXX

Salve dottore. Da un po' di giorni ho un certo fastidio alla gola che mi porta a tossire, ovviamente la tosse è secca. Poi presento anche un certo fastidio allo stomaco soprattutto quando sono sdraiata e non riesco a dormire bene. Inoltre, in questi giorni mi sento senza forze ed a volte ho dei dolori addominali. Le anticipo che soffro di reflusso gastrico perché un mese fa ho anche avuto le placche alle tonsille. Sto attraversando un periodo difficile sia per l'università, ma soprattutto a causa di un ragazzo quindi sono sempre nervosa e sto male moralmente. Cosa mi consiglia di fare?

#53
Dr. Salvo Catania
Dr. Salvo Catania

Nella mia ricerca sulle "Key phrases" che più frequentemente gli utenti digitano per i motori di ricerca e sulle quali sto scrivendo un articolo anche questo blog merita i complimenti.

#55
Dr. Felice Cosentino
Dr. Felice Cosentino

In effetti anche questo titolo fa molta presa sull'utenza perché il "nodo alla gola" é una delle richieste che ricorre di frequente in Gastroenterologia.

#56
Dr.ssa Angela Pileci
Dr.ssa Angela Pileci

Molto spesso le richieste sul nodo in gola riguardano anche gli Utenti in Psicologia!
Mi sa però che nessuno di noi psicologi ha ancora scritto un minforma...
Saluti a tutti!

#57
Utente 441XXX
Utente 441XXX

Buongiorno, ho letto l'articolo e devo dire che in gran parte mi ci rivedo, visto che soffro di questo nodo alla gola da ormai un mesetto e che mi fa bere di continuo perché mi lascia una sensazione di secchezza in gola come se avessi qualcosa incastrato che non va via

Non sto passando un periodo felicissimo, tra ragazza e amici e di conseguenza come mi è successo ieri sera tendo a buttarmi sul fumare o altro...

Chiedo consigli perché mi sto iniziando a preoccupare visto che questa cosa mi capita soprattutto quando sono in ufficio al lavoro!

Grazie in anticipo

#58
Utente 466XXX
Utente 466XXX

Buongiorno dottore anche io da un anno soffro di questo nodo alla gola.Sono stata dall'otorino e mi ha trovato una faringite cronica riacutizzata,ho fatto una cura di 10 gg e tutto bene anche se questo fastidio alla gola non mi lascia.Sono stata dal cardiologo,pneumologo e tutto ok.Mi hanno detto solo che è ansia.Può l'ansia portare questi sintomi:senso di muco alla gola,mancanza di respiro,naso chiuso,lingua perennemente bianca. Dottore attendo una sua risposta non vivo più

#59
Utente 466XXX
Utente 466XXX

Per favore rispondetemi.Grazie in anticipo

#60
Dr. Edoardo Bernkopf
Dr. Edoardo Bernkopf

Gentile Paziente, questo è un blog, inadatto a rispondere a quesiti come il suo (anche se a volte succede). Le consiglio di postare il suo quesito nella sezione di Gastroenterologia di questo sito se desidera che le risponda il gastroenterologo , in Gnatologia per lo gnatologo : avrà tutte le risposte che richiede.
Legga anche questo articolo:
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1934-il-nodo-alla-gola-il-bolo-isterico-e-sempre-isterico.html

Cordiali saluti e auguri

#61
Dr. Felice Cosentino
Dr. Felice Cosentino

L'ansia può portare a tali disturbi, come ho scritto nel blog. La discussione va continuata però nella sezione dei consulti.


Cordialmente

#62
Utente 466XXX
Utente 466XXX

Mi sono appena iscritta e non sono ancora pratica chiedo scusa se continuo a lasciare il messaggio in questo blog.Dalle vostre risposte(grazie mille)deduco che il mio è solo uno stato ansioso o potrebbe trattarsi di reflusso?Tutte le mattine mi sveglio con questo fastidio alla gola che scompare se mangio e quando sono a letto.Non soffro di bruciore di stomaco tranne qualche settimana fa sto prendendo il gaviscon ma questo nodo alla gola e respiro corto non mi abbandona.Scusatemi ancora e grazie se mi rispondete

#63
Utente 235XXX
Utente 235XXX

Salve, una domanda:
dal punto di vista fisiopatologico in un paziente, la malattia da reflusso gastro esofageo senza sintomi (ad esempio cardias incontinente ma assenza di reflussi acidi e assenza totale di rigurgiti) in che modo può produrre o essere la causa del sintomo del bolo isterico?

Grazie

#64
Dr. Felice Cosentino
Dr. Felice Cosentino

Il bolo isterico, per sua definizione, non è legato al reflusso.


Cordialmente


#65
Utente 235XXX
Utente 235XXX

Intanto grazie per la Sua gentile disponibilità.
Mi perdoni dottore rileggendo il Suo articolo mi son reso conto d'aver posto male la domanda in quanto il bolo isterico è solo una diagnosi che arriva in seguito alla esclusioni di altre patologie.

Pongo meglio la domanda allora :
in che modo (tecnicamente dal punto di vista medico, il nodo alla gola può essere, una conseguenza della malattia da reflusso gastroesofageo qualora sussistano le condizioni patologiche prime esposte? ...cioe cardias incontinente con reflussi non acidi e assenza di rigurgiti. Grazie

#66
Dr. Felice Cosentino
Dr. Felice Cosentino

Alla base c'è sempre una risalita di acido (inavvertito) e volte bastano piccole goccioline.

Cordialmente


#67
Utente 482XXX
Utente 482XXX

Salve a tutti.

Non se se e la discussione adatta.

ma sono davvero preoccupato.
vorrei davvero un consulto. o in indicazione di medico , visto che ho sempre qualche impegno lavorativo che mi limita il tempo che potrei dedicare andando dal medico..

"Non so ormai quanto tempo e passato..
ma un bel giorno circa 3 mesi fa. o forse di piu..
ho avuto un mal di fola fortissimo tutta la gola era infiammata. rossa. ma non era come altre volte.. come capita a chiunque durante un influenza sentivo che era piu forte..
insomma ho cominciato con i soliti spay per alleviare infiammazione ect. ma gli spray che mi hanno sempre aiutato in passato non facevano passare infiammazione . ne dolore di diglurire.

dopo 1 settimana non passava dopo 2 settimane si e come spento il dolorw ma la gola e sempre rossa.

ma la cosa piu preoccupate e la cosa mi una paura... Perche visto che sono un fumatore. mezzo pachetto al giorno.

insomma e cresciuta piano liano una specie di ciste. dico ciste perche non so come definirlo. un puntino roseo nella gola. ha cominciato a crescere e si vede pure ora. prima era solo come una bollicina. piccolina ora la sento piu grande nella bocca si sa come si sente subito tutto. e se ce qualcosa di nuovo come quando ti curi un dente ci vuole tempo per abituarsi.

io ho amche fatto una foto. mwttendo telefono vicino alla bocca. e si vede benissimo. ora io ho paura che sia qualcosa di grave... come posso farmi vedere sta foto. per favore potete darmi un consulto.

p.s.
la gola continua a non guarire del tutto rossa sopratutto al risveglio.. e in piu sta ciste cresce. sbaglio a chiamarla ciste perche e strana. o forse e giusto no so se potesse farvi vedere la foto...
la piccola ciste continua mi sembra a crescere.. quando la sfioro con la lingua non da fastidio ma se la sfioro un po di piu fa malissimo. male strano mai provato prima.

p.s.2. non ho febre ma malessere si. debolezza. ronzio nelle orechie. si a volte. non so se e questa la causa. ma mi preocupa..

sarebbe piu facile spiegarmi. se vedete la foto.
grazie a tutti per future risposte.
saluti"

#68
Utente 482XXX
Utente 482XXX

scusate se aggiungo subito qualcosa ma sono davvero preocupato. se qui che devo chiedere ditemi in quale post postare la mia domanda. ma se potete per favore date al meno uno sguardo medico..


questo e il link che ho caricato. cosi potete vedere. la mia gola. ce solo la gola e non la faccia. naturalmente e ce quella ciste. in piu cosi vedete in che condizioni e la mia gola. grazie ancora .

https://www.dropbox.com/s/mc1fabeykmajg82/strana%20ciste%20nella%20gola%20tutta%20arrossata.png?dl=0

ecco il link. date un ochiata per favore. spiega meglio una foto di mille parole. grazie ancora. attendo le vostre risposte. grazie. ho paura che sia un tumore.. o roba simile. ma sono pronto a sentire la verita nuda e cruda.. cosi corro dal medico. ma visto che sono moltoo impegnato come tutti daltronde nella nostra vita frenetica. per adesso fino a fi e marzo x me e impossibile andare dal medico.

quindi chiedo aiuto qui. grazie. mille.!!

#69
Dr. Edoardo Bernkopf
Dr. Edoardo Bernkopf

Gentile Paziente, le consiglio di postare il suo quesito nella sezione di Otorinolaringoiatria di questo sito.
Cordiali saluti ed auguri

#70
Utente 482XXX
Utente 482XXX

grazie dott. Edoardo .
sisi ho gia postato.
Gola infiammata con ciste.

spero che qualcuno mi possa rispondere al piu presto.

grazie ancora. saluti.

#71
Utente 583XXX
Utente 583XXX

Buongiorno ho da circa un mese sempre la sensazione di un nodo alla gola e di mancanza di aria quando respiro che a volte aumenta e a volte diminuisce. La cosa che mi fa strano e che la sera o quando mi sdraio scompare e riesco a respirare meglio senza avere quei fastidi che ho di giorno. Poi puntualmente appena mi alzo la mattina ci risiamo. Visto il periodo che viviamo dove non è possibile fare degli accertamenti ho solo parlato con il mio medico che ha dedotto che io soffro di bolo isterico ma io onestamente è da più di un mese che sto cosi e non so come comportarmi vorrei fare degli accertamenti ma come si fa? Adesso per stare un po più tranquilla prendo delle gocce per l ansia ma comunque il problema rimane cosa potete suggerirmi potrebbe essere questo?

#72

Deve inviare la Sua richiesta di consulto nella sezione di Otorinolaringoiatria o di Gastroenterologia.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche gola 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Gastroenterologia e endoscopia digestiva?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio