Parlare troppo

Parlare troppo? Può diventare una dipendenza!

Dr. Fabrizio Mardegan Data pubblicazione: 03 febbraio 2014 Ultimo aggiornamento: 24 agosto 2021

Ti è mai capitato di avere che fare una persona che parla in modo eccessivo? Oppure sei tu che senti il bisogno di parlare tanto? Ebbene, devi sapere che parlare troppo può diventare ed essere una dipendenza.

I parlatori compulsivi e il bisogno di attenzione

Il parlare incessantemente è un modo per ottenere dagli altri l'attenzione e l'approvazione che non si riesce a dare a sé stessi e a ottenere tramite interazioni soddisfacenti con gli altri. Chi parla troppo solitamente non comunica pensieri ed emozioni che hanno particolare valore. Invece, va avanti con un monologo che assorbe energia all'ascoltatore.

I "parlatori compulsivi" sono spesso persone bisognose che sono portate ad arginare la propria ansia e a cercare di riempire il loro vuoto intrappolando gli altri nell'ascoltare i loro discorsi interminabili. Questo incide negativamente sulla qualità e quantità di amicizie in quanto ascoltare una persona che parla incessantemente non è piacevole per nessuno e consuma energie. Le persone che accettano di ascoltare una persona che parla in questo modo sono spesso partners, genitori o figli che hanno timore di ferire chi parla troppo dicendogli la verità sulla noia che provano ad ascoltarlo.

Parlare troppo allontana le amicizie

E se è il tuo caso, e sei dipendente dal parlare troppo, forse credi di essere interessante per il tuo interlocutore quando vai avanti incessantemente a parlare di te stesso. Tuttavia, sarai portato a riconsiderare la veridicità di questo tuo pensiero se noti che molte persone cercano di evitarti.

Parlare troppo allontana le amicizia

E il problema è anche che la maggior parte dei tuoi interlocutori non ti dirà la verità: che si sentono stanchi, risucchiati e intrappolati in tua presenza, e che sono annoiati dai tuoi discorsi. E non volendo offenderti o non essendo capaci di parlare chiaramente, essi si limitano ad evitarti invece di dirti la loro verità. Non rispondono al telefono quando sanno che sei tu e trovano mille scuse per non passare del tempo con te. Non è che tu non gli piaccia, è solo che non vogliono essere usati da te per riempire il tuo vuoto interiore.

I bisogni del bambino interiore

Immagina di avere un bambino dentro di te, i tuoi sentimenti interiori, che si sente solo. Questo bambino si sente così perché non riesci a prestargli attenzione e a sentire e soddisfare i suoi bisogni emotivi. Ogni volta che "intrappoli" qualcuno nei tuoi discorsi, è come se stessi dando questo bambino interiore in adozione. Cerchi, senza rendertene conto, di indurre gli altri a fare ciò che non ti viene spontaneo fare: che qualcuno approvi e "nutra" emotivamente questo bambino.

Questo modo di agire è un abbandono profondo e crea il senso di solitudine che è alla base di tutte le dipendenze. Questo vuoto interiore agisce come un aspirapolvere che cerca di aspirare comprensione, amore e riconoscimento dagli altri. E non importa quante persone e per quanto tempo ti ascoltano: questo vuoto non si riempirà mai in questo modo. E questo perché solo tu puoi dare al tuo bambino interiore quello di cui ha bisogno.

Quali sono le cause del parlare troppo?

Una persona parla troppo perché non ha un meccanismo funzionale interiore di riconoscere pienamente e soddifare i propri bisogni, sensazioni e sentimenti. Questo porta a un elevato bisogno e vuoto interiore perché, non sentendo pienamente i propri bisogni emotivi, gli stessi rimangono insoddisfatti.

Ma perché la persona che parla troppo non riconosce in modo adeguato i propri bisogni e sentimenti?

Le cause vanno cercate solitamente e soprattutto nell'infanzia e nelle interazioni nella famiglia di origine. Eventi traumatici e modelli disfunzionali nelle relazioni potrebbero aver scatenato un'ansia infantile attraverso dei blocchi emotivi interiori, i quali portano all'incapacità appresa di sentire e soddisfare parte dei propri bisogni emotivi.

Come superare la dipendenza dal parlare troppo?

Da qui si possono sviluppare vari tipi di dipendenza sia da sostanze che da attività, e il parlare troppo, anche se non riconosciuta come una dipendenza, può in realtà diventare un modo compulsivo che la persona utilizza per calmare l'ansia e riempire il vuoto emotivo. Per cambiare queste sensazioni profonde e raggiungere gli sblocchi emotivi che possono risolvere il bisogno compulsivo di parlare troppo il primo passo che puoi fare è rivolgerti a un professionista.

 

Altri riferimenti:

 


Autore

fabrizio.mardegan
Dr. Fabrizio Mardegan Psicologo

Laureato in Psicologia nel 2004 presso Università degli Studi di Padova.
Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Veneto tesserino n° 5222.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche ansia 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test

Altro su "Ansia"