Fare sesso in gravidanza

In gravidanza fare l'amore fa bene

Dr. Nicola Blasi Data pubblicazione: 15 giugno 2013 Ultimo aggiornamento: 05 maggio 2021

Si può fare sesso in gravidanza? Questa è una domanda frequente durante il decorso della gestazione.

Il sesso in gravidanza non fa male al bambino

Non c'è da temere che i movimenti del rapporto sessuale possano danneggiare o disturbare il feto: lui si muove in una bolla di liquido (liquido amniotico, un airbag naturale) che lo protegge ed è abituatissimo a muoversi e girare per posizionarsi nel migliore dei modi. Man mano che il volume della pancia aumenterà, anche i suoi genitori dovranno fare qualche sforzo per evitare compressione sull'addome e trovare le posizioni migliori e quasi sempre accade che alcune abitudini sessuali della coppia cambieranno.

sessualita in gravidanza

 

Dal punto di vista medico, quindi, i rapporti sessuali in gravidanza non presentano problemi, a meno che si manifestino minacce d'aborto o altre complicazioni che si evidenziano con contrazioni uterine (dolori addominali e vaginali): in questi casi è molto importante il ruolo della gestante, che avvertendo questa sintomatologia, svogerà la funzione del "medico di sé stessa".

In uno studio di coorte (n. 13.285) avere rapporti sessuali 1 o 2 volte a settimana, tra 23 e 24 settimane di gestazione, è risultato associato a una minore incidenza di parto pretermine. L'incidenza diminuisce ulteriormente se i rapporti sessuali sono 3 o 4 alla settimana (Read JS, Klebanoff MA, Am J Obstet Gynecol 1993).

Sesso in gravidanza: il ruolo dei fattori psicologici

È possibile invece, soprattutto all'inizio o alla fine della gravidanza che uno o entrambi i partner abbiano dei problemi ad affrontare i rapporti sessuali. La giustificazione è da ritrovare nell'esistenza di spesso infondati timori da arte della gestante circa il rischio di parto prematuro o di una possibile insorgenza di infezioni, in fattori psicologici e fisici tra cui la presenza di fenomeni neurovegetativi, nell'ansia e nell'ingombro del pancione.


Autore

blasinicola
Dr. Nicola Blasi Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976 presso Università di BARI.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Bari tesserino n° 4485.

2 commenti

#1
Utente 254XXX
Utente 254XXX

Salve dottore,questa cosa mi imbarazza un po' ma cmq le spiego lo stesso la mia situazione...sono una ragazza sanissima di 28 anni col gruppo sanguigno A rh negativo,mentre mio marito è positivo,sono rimasta incinta due volte,ed entrambe finite male.
La prima grav. si è interrotta a 4settimane nel dicembre 2012,mentre la seconda martedì a 24 settimane in ospedale mi han fatto partorire in modo naturale,volevo sapere da lei,cosa può aver causato tt questo?io e mio marito abbiamo fatto l'amore ma ultimamente sentivo dolore all utero,cm se nn ci fosse spazio necessario per far penetrare il p...,ma si può avere anche l'orgasmo?

#2
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Lei mi sta riferendo una sintomatologia di una minaccia di aborto/parto prematuro : dolore all'utero(contrazioni), difficoltà alla penetrazione (presenza di parti fetali in vagina?) ..in questi casi la situazione è diversa e bisogna immediatamente contattare il Collega Ginecologo-
SALUTI

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche gravidanza 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test

Altro su "Gravidanza"