Domande al paziente con glaucoma

Dr. Luigi MarinoData pubblicazione: 28 aprile 2013

Quali sono le domande da rivolgere ad un paziente glaucomatoso?

LINEE GUIDA dell' EUROPEAN GLAUCOMA SOCIETY

Innanzitutto durante la prima valutazione medico specialistica oculistica bisogna effettuare una corretta ed approfondita anamesi generale, patologica remota e prossima, un' analisi approfondita dei fattori di rischio.

Indagare in modo specifico:

  • uso ed abuso di altri farmaci
  • anamnesi familiare , generale ed oftalmologica
  • terapia corticosteroidea , topica e sistemica
  • terapia con estroprogestinici o sostituti ormonali
  • traumi oculari pregressi (compreso le contusioni)
  • chirurgia refrattiva
  • malattie cardiovascolari
  • malattie respiratorie
  • malattie croniche o gravi
  • disordini vascolari
  • allergie o intolleranze a farmaci

 

Alle successive visite di controllo:

  • come sta? (notizie di carattere generale sulla salute)
  • i suoi occhi come vanno?
  • negli ultimi tempi le sembra di essere stabile, migliorato, peggiorato
  • le è chiaro il significato della sua diagnosi e malattia?
  • ha difficoltà a svolgere le sue attività quotidiane?
  • la terapia che sta facendo interferisce con le sue attività quotidiane
  • è preoccupato per la salute dei suoi occhi?
  • sta instillando i colliri così come Le sono stati prescritti?
  • instilla i colliri da solo o la aiuta un parente o assistente?
  • mi fa vedere come istilla le gocce di collirio?

 

Infine salutando stringere sempre la mano al paziente , oltre ad essere un atto di cortesia, consente di apprezzare la temperatura delle estremità.

 

Fonte: www.eugs.org

Autore

luigimarino
Dr. Luigi Marino Oculista, Medico legale

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso Università degli Studi di FIRENZE.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Milano tesserino n° 35175.

1 commenti

#1
Utente 284XXX
Utente 284XXX


Gentile Dott. Marino

Queste indicazioni sono obbligatorie per tutti gli oculisti oppure sono facoltative? Glielo chiedo perchè quelli che ho conosciuto non solo non fanno domande ma non ti guardano neanche in faccia, ti mettono dietro le macchine ...dopo di che il paziente se ne va, senza una raccomandazione, senza una pur minima informazione sulle patologie che potrebbero colpire l'occhio in base all'età, oppure in base alla miopia ecc. Grazie! Lei deve essere un oculista serio.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Oculistica?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test