Nella donna la calcolosi renale aumenta il rischio di malattie cardiache

Dr. Paolo PianaData pubblicazione: 24 luglio 2013

Una recente pubblicazione sulla prestigiosa rivista scientifica americana JAMA (Journal of the American Medical Association) espone i risultati di un corposo studio sulla relazione fra formazione di calcoli renali ed incidenza di problemi alle coronarie.

Il lavoro condotto su un campione di 196.357 donne e 45.748 uomini, ha visto la collaborazione tra l'università Harvard di Boston e l'Università Cattolica di Roma. Tutti questi soggetti all'inizio dello studio non mostravano segni di malattia cardiaca.

Il campione è stato seguito nel tempo per valutare l'insorgenza di calcolosi renale e malattia delle coronarie (infarto del miocardio o sviluppo di malattia coronarica, che necessitasse rivascolarizzazione con angioplastica o con by-pass aorto-coronarico).

Dopo 24 anni di osservazione si è rilevato che le donne, ma non gli uomini, che avevano sviluppato calcolosi renale avevano, a parità di altri fattori (es. diabete, ipertensione, ecc.), il 30% di rischio in più di sviluppare problemi cardio-vascolari.

Difficile spiegare la differenza fra i sessi, ma si possono ipotizzare dei fattori ormonali di tipo protettivo. Si presuppone dunque che le pazienti con storia di calcolosi dovrebbero essere controllate con maggiore assiduità dal punto di vista cardiologico.

Fonte: History of Kidney Stones and the Risk of Coronary Heart Disease Pietro Manuel Ferraro et al. JAMA. 2013;310(4):408-415

Autore

p.piana
Dr. Paolo Piana Urologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1984 presso Università Torino.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Torino tesserino n° 13206.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche calcolosi 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Urologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Contenuti correlati