Utente 139XXX
Buongiorno, da due anni, sto combattendo contro una forma allergica.
A seguito di un'influenza ho preso la tachipirina, sempre presa da una vita senza problemi.
Mi ha provocato dopo una mezz'ora dall'assunzione senso di svenimento, pressione bassa e dal giorno dopo sono iniziati a comparire dei pomfi rossi e gonfi che vanno via in più giorni per poi ricomparire in tutto il corpoanche senza l'assunzione di medicinali.
Da quel momento, non ho più potuto assumere nessuna medicina.
tutte mi davano lo stesso risultato pressione bassa, senso di svenimento, così con antibiotici, antidolorifici, sciroppi, antinfiammatori, fans ecc.
Le uniche medicine che potevo prendere erano deltacortene e kestine con cui tengo a bada fino ad oggi i pomfi.

Ho fatto innumerevoli visite, allergologiche, immunologiche, reumatologiche, cardiache, senza che nessuno arrivasse a nulla.
Avevo valori IGE alterati, così come le proteine, la ves, carenza di vitamina d.
il medico di base brancola nel buio.
l'ultimo allergologo visto è arrivato a dirmi di tenermi l'allergia che prima o poi magari passerà.
Io ho dato la colpa allo stress, faccio un lavoro moltostressante e la mia vita privata non è di meglio.
Una settimana fa ho avuto l'influenza con mal di gola e febbre a 38, 5 e il medico mi ha prescritto cortisone, di punto in bianco mi sta facendo lo stesso effetto degli altri, senso di svenimento, mani fredde, essere senza forze.
Dovrò cessare anche questa assunzione.
Ma non so più cosa fare sono veramente preoccupata non esiste più un medicinale che io possa assumere se dovessi stare male e soprattutto non so più cosa fare e a chi rivolgermi.
soffro anche di attacchi di panico e sono veramente spaventata.
spero che qualcuno possa suggerirmi che cosa poter fare per poter trovare finalmente una soluzione

[#1]  
Dr. Ida Fumagalli

24% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
SPILIMBERGO (PN)
FIUME VENETO (PN)
UDINE (UD)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Ovviamente senza una visita approfondita é impossibile dare pareri esaurienti.
Come prima cosa le chiedo se lei prima dei fatti recenti abbia avuto mai problemi di natura allergica e/ o altre malattie e quali e se prima degli ultimi eventi avesse una terapia cronica con qualche farmaco e quale.
Durante tali malesseri bisogna vedere pressione e frequenza cardiaca
Va fatto un esame generale e approndito
Soprattutto non si avvilisca perché con uno studio esauriente penso che la situazione potrà risolversi o quantomeno essere governata
Si affidi al suo medico curante.
Penso che se possibile sarà utile evitare farmaci per un po'
Le consiglio di bere molta acqua anche per favorire la eliminazione di residui e la depurazione
Dr. Ida Fumagalli