Utente
Salve da una visita cardiologica qualche mese fa sono emersi dei valori alti e il cardiologo disse che erano alti perché probabilmente sono allergico a qualcosa anche se non so cosa perché ho sempre mangiato qualsiasi cosa e non sono mai stato allergico alla polvere o al polline...

Quando mangio cibi al cioccolato, quindi cacao mi inizia a prudere il corpo, mi fa male il petto, ho vertigini e divento un pò rosso in viso, oggi mangiando una crema alle mandorle è successa la stessa cosa.


Però fino a qualche mese fa ho sempre mangiato tutto senza avere problemi.


Le prove allergiche a causa del poco tempo non le ho ancora fatte ma dato ciò che mi sta succedendo ora sicuramente le farò al più presto.


Intanto per far passare un pò il prurito posso prendere il bentlan (l'ho preso una volta mentre mi è successa una cosa simile e nel giro di 20 minuti stavo meglio).


La mia quindi, potrebbe essere una forma di allergia o intolleranza al cibo?

Se si, in caso mi succedesse ciò che mi sta succedendo oggi, dovrei sempre prendere il bentlan?

Premetto che sono ansiossimo e ipocondriaco per questo penso sempre a uno schock anafilattico...
Inoltre per esempio quando accadono queste specie di reazioni allergiche che poi non so realmente reazioni allergiche mi si chiude la gola, ho un pò il fiato corto e mi brucia la gengiva...
Il problema è che mi succede sempre con piu cibi che magari non mangiavo da qualche mese e che ultimamente mi provocano queste cose ma ripeto che non sono mai stato allergico a nulla.

[#1]  
Dr. Claudio Bosoni

20% attività
20% attualità
4% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2020
Dovrei sapere quali sono i valori alti che le hanno riscontrato.
Bene i test allergologici che devono comprendere , sia antigeni alimentari, che da contatto e respiratori (polvere di casa cioè i dermatofagoidi pteronissimus e farinae). Inoltre sarebbero utili i dosaggi delle immunoglobuline IgG IgM IgA IgE ematici. Prende abitualmente qualche farmaco? Per l'emergenza va bene il Bentelan, ma non per una terapia di lunga durata. Bisogna poi fare un test da inclusione ed esclusione alimentare per capire esattamente a che cosa è allergico. Le spiegherò tutto quando saprò l' esito degli accertamenti.
Dr. claudio bosoni