x

x

Igg anti sas-ncov2

👉🏻Ti serve un termometro per misurare la febbre? Leggi la guida

Gentilissimi,
sono qui per richiesta di consulto:
- individuo (43 anni, senza particolari patologie) che ha avuto manifestazioni lievi (malessere, tosse secca, sintomi influenzali, poca febbre) in febbraio di quest’anno (senza però aver eseguito tampone per SarsCov2), risoltisi in un paio di settimane (antinfiammatori e antibiotici).

- Dopo 3 mesi l’analisi sierologica ha evidenziato presenza di IgG anti SarsCov2 specifiche, con titolo subito nelle vicinanze della zona grigia (concentrazione individuo 10, 6 - zona grigia da 11 a 15 - positività > 15 - limite di quantificazione 3, 5)
- Domanda: quanto è probabile che abbia effettivamente avuto un’infezione da SarsCov2?

La specificità analitica dei test ECLIA utilizzati è vicina al 100%, quindi se vengono trovati anticorpi è quasi sicuro che sia proprio contro il coronavirus in questione, senza problemi di cross reattività con altri elementi della famiglia corona.

Grazie per la disponibilità.

Cordialmente.
[#1]
Dr. Paolo Fancello Allergologo 365 23
Gentile utente la possibilità che lei abbia avuto una infezione da Covid-19 è altissima. La sensibilità del test sierologici quantitativo è del 90% , cioè la possibilità di un falso positivo è del 10%. La protezione di questi anticorpi non si sa Quanto duri, ma c’è una memoria immunologica dovuta ai linfociti T, che sembrerebbe essere efficace in caso di reinfezione.

Dr. Paolo Fancello specialista in allergologia ed immunologia clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie infinite per la risposta.

Cordialmente
[#3]
dopo
Utente
Utente
Dottore dimenticavo una domanda.
Questa mia memoria immunologica verso SARS-ncov 2 (che è quindi conseguente a infezione COVID19 affrontata da me in febbraio) quanto sarebbe efficace se il virus mutasse in maniera significativa?

Grazie ancora per la sua disponibilità

Cordialmente
[#4]
Dr. Paolo Fancello Allergologo 365 23
A questa domanda non saprei risponderle. Ma se muta in maniera significativa ritengo che avrebbe di nuovo sintomi, la gravità dei quali dipenderà da quali è quanti cambiamenti ha subito il virus

Dr. Paolo Fancello specialista in allergologia ed immunologia clinica

[#5]
dopo
Utente
Utente
Speriamo muti poco o nulla allora!

Grazie ancora.

Buona domenica
[#6]
Dr. Paolo Fancello Allergologo 365 23
Gentile utente la possibilità che lei abbia avuto una infezione da Covid-19 è altissima. La sensibilità del test sierologici quantitativo è del 90% , cioè la possibilità di un falso positivo è del 10%. La protezione di questi anticorpi non si sa Quanto duri, ma c’è una memoria immunologica dovuta ai linfociti T, che sembrerebbe essere efficace in caso di reinfezione.

Dr. Paolo Fancello specialista in allergologia ed immunologia clinica

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto