Utente
Buonasera,
anni fa mi é stata diagnosticata l' orticaria da freddo, e volevo solo delle informazioni concrete, visto che dai vari specialisti consultati ho risposte divergenti: chi minimizza troppo e chi crea troppo allarmismo! Io ho sempre avuto solo manifestazioni cutanee, anche se una volta mangiando un gelato mi sono accorta che la lingua e il palato non si sono gonfiati ma sono diventati come ruvidi a grinze non so spiegarlo meglio e la lingua si è come addormentata ma mai gonfiata.
Ma da qualche tempo ho notato che inspirando aria fredda la punta della lingua mi é sembrata un pò gonfia e anche il palato, reazione durata pochissimo, solo che io non capisco più se sono io che per paura vedo cose che non esistono o ci sono davvero! La mia domanda é: qual é il rischio concreto di sviluppare una reazione grave?
E soprattutto quello che nessuno mi sa dire c' é un modo per curarla ed evitare nel caso una reazione grave?
Io ho paura anche ad uscire di casa e di bere acqua anche a temperatura ambiente che in inverno risulta essere fredda!
Vi ringrazio.

P.
S. donna 35 anni

[#1]  
Dr. Claudio Bosoni

28% attività
20% attualità
12% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2020
Il fenomeno di ipersensibilità al freddo è una reazione abbastanza diffusa. Pensi ai famosi geloni da freddo dei nostri nonni, che colpiva le mani, e che ora si chiama Fenomeno di Raynoud, e l' unico rimedio sono i guanti o immergerli nell' acqua calda. Nel suo caso le manifestazioni cutanee, il raggrinzamento della lingua e del palato mangiando cibi gelati o respirando aria fredda non è un fenomeno allergico, ma è dovuto ad una vasocostrizione provocata dal freddo nei tessuti colpiti.
Di reazioni gravi non possono succedere, solo i disturbi su accennati. Come rimedio, non c'è molto.
Dovrà evitare situazioni che la espongano al contatto con il freddo. So che è dura ma è l' unico rimedio. Saluti.
Dr. Claudio Bosoni

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio tanto dottore per avermi dato delle delucidazioni in merito. Mi ha tranquillizzata.
Buon lavoro e ancora grazie