Utente 452XXX
Salve Dottori, innanzitutto complimenti per il servizio che fornite.
Ho effettuato uno spermiogramma e alla voce "emazie" e "cellule epiteliali" risulta la scritta PRESENTI.
Leggendo in rete ho visto che le emazie sono delle tracce di sangue dovute a infezioni o infiammazioni della prostata. Ho effettuato in passato dal 2009 al 2014 ogni anno uno spermiogramma di controllo a causa di un varicocele e alla voce "emazie" risultava sempre la scritta "ASSENTI".
Della presenza di queste "emazie" sono un pò preoccupato, mi è venuto però un dubbio sulla causa di queste emazie e volevo chiedere a voi se potrebbe essere questa la causa..
4 e 5 giorni prima della raccolta per lo spermiogramma, ho avuto 2 eiaculazioni ravvicinate al giorno con distanza di 30 minuti una dall'altra, questo per 2 giorni consecutivi... la seconda eiaculazione del giorno è stata un pò faticosa visto che ne avevo avuta una poco prima.

prima di aver fatto l'esame dello spermiogramma negli anni passati in cui le emazie risultavano ASSENTI non avevo mai avuto eiaculazioni ravvicinate di 30 minuti una dall'altra e soprattutto per 2 giorni consecutivi come in questo caso...

Secondo voi la causa di queste emazie è la causa di un'infiammazione della prostata dovuta a queste 2 eiaculazioni ravvicinate al giorno (30 minuti di distanza) ripetute per 2 giorni consecutivi quindi per un totale di 4 eiaculazioni in 2 giorni?

Oltre questi 2 giorni a cui mi riferisco che corrispondono a 4 e 5 giorni prima della raccolta per lo spermiogramma, in passato mai ho avuto eiaculazioni ravvicinate di 30 minuti come in questo caso..
Sicuramente vi chiederete come mai queste 2 eiaculazioni al giorno per 2 giorni consecutivi e ravvicinate..diciamo che mi imbarazza un pò scriverlo qui..

In base a ciò che ho scritto potrebbe aver causato un'infiammazione della prostata e quindi la presenza delle emazie dipende da questo? mi consigliate comunque di andare da un andrologo per una visita cosi anche da avere se è necessario qualche farmaco per l'infiammazione della prostata oppure tutto si risolverà da solo e non occorre fare nulla?..premetto che non ho nessun tipo di disturbo. Vi ringrazio anticipatamente della vostra cortese risposta.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la vera causa del suo problema e dare quindi una corretta indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, consultare in diretta un esperto andrologo.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 452XXX

La ringrazio della risposta, sicuramente a questo punto andrò dall'andrologo ma lei esclude oppure la presenza di emazie nello spermiogramma potrebbe anche essere dovuta allo stress della prostata causato dalle 2 masturbazioni con eiaculazione molto ravvicinate (30 minuti una dall'altra) e per 2 giorni consecutivi causando magari un'infiammazione? premetto che la seconda eiaculazione di entrambi i 2 giorni è stata abbastanza faticosa essendo molto ravvicinata dalla precedente (solo 30 minuti)..volevo capire solo se questo potrebbe essere oppure è da escludere.
in ogni caso come lei consiglia per avere la certezza vado sicuramente dall'andrologo.. desideravo solo sapere se quello che ho scritto potrebbe essere la causa oppure è da escludere ..La ringrazio!

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Difficile da escludere o confermare, da questa postazione, una tale correlazione di causa!
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com