x

x

Grumi giallastri gelatinosi nell'eiaculato

Buongiorno,

da quasi un anno e mezzo noto grumi giallastri gelatinosi nell'eiaculato. Qualche mese fa esposi qui la situazione ed un medico mi disse che la "presenza di grumi giallastri è un forte segnale di congestione infiammatoria pelvico-prostatica, che va accuratamente definita nelle sue ragioni e poi adeguatamente trattata... altrimenti da sola non si risolverà mai e farà danni alla qualità spermatica oltre che alla buona funzione genitale complessiva", consigliandomi di rivolgermi ad un andrologo. Ho seguito il suo consiglio e sono stato visitato. Anzitutto l'andrologo m'ha dato d'assumere Topster, dopodiché dall'esame colturale del secreto prostatico è emerso lo "sviluppo di alcune colonie di Batteri GRAM + identificate per: STAFILOCOCCHI". Sulla base dell'antibiogramma relativo ho eseguito un ciclo di Bactrim Forte, al termine del quale ho ripetuto l'esame e sono risultate "negativa la ricerca di flora batterica GRAM + e GRAM -, negativa la ricerca per miceti". Tuttavia i grumi persistono. Ieri l'andrologo ha ripetuto il prelievo e venerdì mi consegneranno il risultato, frattanto sono quasi 2 mesi che assumo Permixon. In assenza di batteri l'andrologo mi ha detto di finire i 2 mesi di Permixon e lasciar perdere. Volevo sapere se pure per voi posso non pensarci più. Altre informazioni, forse ininfluenti ma che posso dare, sono le seguenti:

- a 18 anni mi è stato diagnosticato un varicocele sinistro di 2° grado;

- a 19 anni ho subito una legatura sub inguinale sinistra delle vene spermatiche;

- nell'ambito della visita andrologica relativa all'argomento di questo consulto, l'andrologo ha detto che il varicocele è stato risolto con l'intervento (non ho eseguito un ecocolordoppler post operatorio, ma ha detto che non è necessario).

Posso inoltre riportare il risultato dell'esame del liquido seminale eseguito poco prima di rivolgermi a quest'andrologo.

Astinenza 3 giorni (3-5)
pH 6,80 (7.2-8.0)
Tempo trascorso dal prelievo 60'
Aspetto proprio
Volume 6,0 ml (1.5-5.0)
Viscosità aumentata ++
Fluidificazione finemente irregolare
NUMERO DI SPERMATOZOI per ml 51,250,000 (normospermia oltre 20 M/ml)
Totale nell'eiaculato 307,500,000 (oltre 40 milioni)
MOTILITA'
Immobili 45 %
Motilità agitata in loco 5 %
Motilità discinetica 25 %
Motilità rettilinea 25 %
MORFOLOGIA
Normali 59 % (maggiore del 35 %)
Atipie della testa 12 %
Atipie del collo 6 %
Atipie dell coda 6 %
Atipie composite 14 %
Forme giovani 3 %
ALTRI ELEMENTI: alcune zone di spermioagglutinazione, leucociti 5-6 x c. m.
SPERMIOCOLTURA: assenza di germi patogeni

Non riporto quello eseguito 5 anni fa (pre intervento), perché sovrapponibile (l'unica differenza è che allora il pH era 8,30). A suo tempo però non avevo i grumi. Quest'andrologo ha detto che, da come glieli ho descritti (parallelepipedi), paiono "stampini" ipotizzando una relazione con un'eventuale ridotta frequenza eiaculatoria. Ma a me la loro presenza pare indipendente da quante volte eiaculi... Non ho altri sintomi.

Grazie.
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 55,3k 1,2k 1k
Gentile lettore,

tranquillo e segua tutte le indicazioni ricevute in diretta dal suo urologo di fiducia, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-e-terapeutiche.html

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-le-malattie-della-prostata-stili-di-vita-prevenzione-e-nuove-indagini-diagnostiche.html

https://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html .

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2]
dopo
Utente
Utente
OK, grazie.

Conosci l' endometriosi? Scoprilo con il nostro test